A Grottaglie il vino è… musica

grottaglie

Degustazioni, percorsi enogastronomici, musica e arte animeranno l’incantevole quartiere delle ceramiche di Grottaglie il 3 e il 4 agosto

 

“Nella terra dell’uva si celebra il vino e con esso tutto un sistema rurale legato alla terra che negli anni ha contribuito a creare una immagine positiva, reale e autentica del territorio grottagliese”, dichiara Fabrizio Nardoni, assessore all’Agricoltura della regione Puglia. Insieme ai vitigni autoctoni rappresentati da ben 24 produttori vitivinicoli, nell’iniziativa “Vino è musica” si riscopre il ruolo dell’artigianato artistico nei percorsi dell’antico quartiere delle ceramiche.

“Quello che c’è di originale in questa proposta è la qualità”, prosegue. “Nella formazione e strutturazione dei percorsi, ma anche e soprattutto nella scelta di partner di livello, a cominciare dall’Enoteca italiana di Siena, passando per l’AIS e Radici Wines, per finire alle cooperative di mitilicoltori tarantini. Così l’uva e il vino diventano il miglior messaggio e speranza di futuro che parte da Grottaglie”.

E in questo senso è da apprezzare ancora di più la presenza di un’altra fetta di tradizione legata alla provincia di Taranto: percorsi di degustazione legati a taralli e friselle, olio extravergine, caciocavallo e la riscoperta della cozza tarantina.

Per due giorni in via Crispi, la strada che accoglie le storiche botteghe di ceramica, saranno presenti stand di artigianato ed enogastronomia e perfomance artistiche. Vini autoctoni pugliesi come il Primitivo e il Negroamaro saranno i protagonisti dei percorsi di degustazione, insieme ai prodotti caseari e ai salumi e, per chi ama la cucina mediterranea, i ristoranti della città proporranno i piatti simbolo della tradizione pugliese. In tutto parteciperanno 24 aziende vitivinicole e 12 legate al cibo.

Ma non finisce qui. Con il patrocinio di Enoteca italiana, l’ente nazionale vini, sarà possibile conoscere da vicino il mondo del vino con mini corsi creati ad hoc. Il direttore Salvatore de Lio coinvolgerà gli appassionati in una originale degustazione: a riempire i calici ci saranno otto eccellenze enologiche abbinate ai buoni sapori locali, come le cozze tarantine, il caciocavallo, il capocollo di Martina Franca e le friselle con olio extravergine di oliva.

Ancora più ricco sarà il cast che andrà a formare gli itinerari artistici. Giovani promesse si confronteranno attraverso performance suddivise in 25 eventi: fotografia, pittura, ma soprattutto musica, quella live, in acustico, autoprodotta da numerose band del panorama pugliese.

Insomma, davvero ricca l’iniziativa promossa dall’Associazione Intersezioni e organizzato da Qiblì e Gir&Grafica con il patrocinio di Enoteca italiana, AIS delegazione di Taranto e il sostegno dell’Assessorato alle risorse agroalimentari della regione Puglia insieme alla città di Grottaglie e al Gal Colline joniche. Un evento ideale per vivere un’entusiasmante esperienza tra enogastronomia, arte, cultura e spettacolo in una terra ricca di storia e tradizioni e che, con un piccolo ticket, permetterà di passare due serate d’estate in uno degli angoli più belli della Puglia, a pochi chilometri dal mare.

http://www.vinoemusica.it/

A Grottaglie il vino è… musica ultima modidfica: 2013-07-25T12:47:27+00:00 da Edoardo Pistoglia