A ruota libera: un progetto contro le barriere architettoniche

barriereA ruota libera è un progetto italiano contro le barriere architettoniche. Dal 2010 la Commissione europea ha istituito l’Access City Award per premiare la città comunitaria più accessibile

L’Italia è in ritardo nella battaglia per la mobilità dei  disabili, non solo in strada ma anche sul lavoro. A luglio infatti la Corte europea ha condannato il nostro Paese per il mancato rispetto delle regole di inserimento professionale per i disabili.

A parte questo, su cui torneremo più avanti, le città italiane non sono a misura di disabile. Stazioni senza ascensori o ascensori che non funzionano, dislivelli, porte strette, scale… Basta avere problemi nel camminare, anche temporanei, per rendersi conto che muoversi in Italia per un disabile è quasi sempre un percorso a ostacoli. E infatti nessuna città italiana figura tra quelle che si sono meritate l’Access City Award, che premia la città ritenuta nella sua globalità la più accessibile nell’Unione europea, come Avila (premio 2010), Salisburgo (2011) e Berlino (2012).

Per questo la Fondazione Cesare Serono ha promosso e finanziato il progetto A ruota libera. Le barriere architettoniche sono infatti da sempre un ostacolo che si frappone tra il disabile e le bellezze delle città d’arte.

Eppure la cultura passa anche per il modo in cui si affronta questo problema, dato che le barriere architettoniche sono un importante indicatore della sensibilità e del grado di civiltà delle istituzioni pubbliche. Là dove sono un problema urbanistico irrisolto, è necessario importare il know how da quei Paesi che rispetto all’Italia sono almeno un passo avanti. Il primo tassello del progetto, che parte con Firenze, sono le guide con i percorsi a dimensione di disabile.

Sono stati identificati, misurati e descritti due itinerari chei non presentano ostacoli per i disabili. Complessivamente congiungono 22 tra i maggiori punti d’interesse storico, artistico e culturale di Firenze, dalla Galleria degli Uffizi alla chiesa di Santo Spirito, da Santa Maria Novella al Duomo. Gli itinerari comprendono anche suggerimenti su dove mangiare, bere o riguardanti servizi utili per chi viaggia come toilette, bancomat e farmacie.

Per valutare l’accessibilità di una struttura in modo obiettivo Village for All ,specializzata in turismo per disabili, ha messo a disposizione un’innovazione tecnologica e organizzativa nel processo di raccolta ed elaborazione dei dati relativi a questo fondamentale aspetto.

Le guide con i percorsi saranno pubblicate dalla casa editrice Polaris, che dedicherà un’apposita collana al progetto A ruota libera, dal titolo Itinerari accessibili: istruzioni per l’uso.

Il progetto proseguirà con altre trasferte internazionali per comprendere qual è la strada giusta per stare al passo coi Paesi più avanzati nel settore. Le premiate Salisburgo e Avila saranno ovviammente le prime tappe.

Per quanto riguarda le guide italiane, seguiranno nel corso dell’anno Lecce e Verona. In previsione dell’Expo 2015 Milano non potrà mancare, ma via via seguiranno tutte le più importanti città d’arte italiane.

Un modo per recuperare immagine e sostanza dopo che a luglio la Corte europea ha condannato l’Italia per non aver adottato regole che garantiscano il diritto al lavoro per le persone disabili. In particolare, le norme nazionali non riguardano tutti i disabili, tutti i datori di lavoro e tutti i diversi aspetti del rapporto di lavoro, ma sono parziali e insufficienti.

La Corte ha ora stabilito che gli Stati membri devono prevedere l’obbligo, per i datori di lavoro, di adottare provvedimenti efficaci e pratici per consentire ai disabili di accedere a un lavoro, di svolgerlo, di avere una promozione o di ricevere una formazione, senza tuttavia imporre al datore di lavoro un onere sproporzionato. Se l’Italia non si adeguerà, la Commissione potrebbe avviare una nuova procedura di infrazione, che potrebbe concludersi con pesanti multe.

(Foto: gofasano.it)

 

 

 

 

A ruota libera: un progetto contro le barriere architettoniche ultima modidfica: 2013-08-06T21:02:54+00:00 da Andrea Santillana