Giordano Vini: due novità per l’estate

Giordano-Vini-parliamo-di-cucina

Due nuovi vini dedicati all’estate: Rosato Puglia e Chardonnay Salento Bio. Prodotti nella cantina di Torricella vicino a Manduria da Giordano Vini, rappresentano l’evoluzione e l’apertura verso altri terroir di un’azienda di tradizione piemontese.

 

A Diano d’Alba, nelle Langhe, la famiglia Giordano produce vini fin dal 1900. Da piccola realtà a conduzione famigliare, nel giro di quattro generazioni e in oltre cento anni di storia, l’azienda è cresciuta fino a diventare un’importante punto di riferimento vinicolo nazionale, pur conservando gelosamente le proprie tradizioni.

Alla base di questo successo, oltre alla qualità del prodotto, la straordinaria intuizione avuta negli anni 50: la scelta della vendita diretta dal produttore al consumatore, senza intermediari. Ancora oggi Giordano Vini vende unicamente con questo sistema tutti i suoi prodotti: non solo vini piemontesi, ma vini Doc, Docg e Igt selezionati da undici regioni italiane e una ricca collezione di specialità alimentari.

Il rispetto della tradizione però non ha impedito alle nuove generazioni di avvalersi delle più moderne tecnologie, che hanno permesso un più attento controllo e un aumento della qualità del prodotto. Giordano Vini è stata pioniera nello sviluppo di alcune metodologie produttive oggi largamente diffuse, come la micro-filtrazione tangenziale e l’elettrodialisi per la stabilizzazione del vino, quando ancora non esisteva il sistema brevetto. La famiglia Giordano è stata inoltre pioniera anche nell’utilizzo di vitigni internazionali in Piemonte: sono stati tra i primi ad investire all’inizio degli anni 90, in vitigni dalle grandi potenzialità come Cabernet e Sauvignon.

Oggi l’azienda Giordano Vini trasforma ogni anno circa 80mila quintali di uve, parte di proprietà e parte acquistate da coltivatori selezionati in molte regioni d’Italia: dalla Lombardia alla Sicilia, dal Veneto alla Toscana e alla Puglia. Dal 1998 Giordano possiede anche una cantina a Torricella, nei pressi di Manduria, in provincia di Taranto, dove vengono vinificate le migliori uve selezionate nelle regioni del sud Italia.

E proprio dalla cantina salentina arrivano i due nuovi prodotti Giordano lanciati per la stagione estiva: Chardonnay Salento Bio e Rosato Puglia. Il primo è un nuovo esercizio di stile nella produzione con il metodo biologico e vanta una medaglia d’oro vinta al Vinitaly 2013. L’uva è coltivata esclusivamente con ilmetodi dell’agricoltura biologica, con l’uso di sostanze di origine naturale e le uve rigorosamente raccolte a mano. Dal colore bianco paglierino con riflessi dorati, lo Chardonnay Salento Bio Giordano ha un profumo molto intenso e diversificato, con aromi floreali ed esotici. Indicato per l’aperitivo, è ottimo accompagnato ad antipasti freddi e con tutti i tipi di pesce.

Rosato Puglia Giordano è invece un blend di vitigni autoctoni, coltivati nella zona del Salento. Dal colore rosa tenue, con riflessi dorati, profumo intenso e persistente, con sentori di uva appena ammostata, amarene, cipria e un richiamo di violette selvatiche. Ha un gusto corposo, armonico, morbido, con una piacevole vena fruttata e un finale lungo e piacevolmente amarognolo. E’ ottimo con piatti dai sapori delicati come le carni bianche, pesce crudo o fritture.

Giordano Vini: due novità per l’estate ultima modidfica: 2014-07-21T18:28:12+00:00 da Edoardo Pistoglia