Spaghetti all’Amatriciana

spaghetti-amatriciana-ricetta-parliamo-di-cucina

Piatto tipico della cucina regionale del Centro Italia, l’Amatriciana nasce come cibo tradizionale dei pastori dell’Appennino nella zona di Amatrice, vicino a Rieti, da cui prende il nome.

 

Adottata e poi diffusa in tutto il mondo dalla cucina romana, la pasta all’Amatriciana è diventata un classico italiano e nella città Eterna viene spesso preparato con i bucatini. Numerose sono le varianti, fra cui gli ‘spaghetti alla Gricia’, (da Grisciano, paese vicino ad Amatrice), forse proprio la versione più antica e vicina alla cucina pastorale, che si prepara in bianco, senza pomodoro e con abbondante pepe. Alcune ricette prevedono l’uso di una piccola cipolla, tritata e rosolata insieme al guanciale.

 

Ingredienti per 4 persone:

320 g di spaghetti o di bucatini

500 g di pomodori ramati o 400 g di pomodori pelati

200 g di guanciale in una sola fetta

80 g di pecorino romano grattugiato

1 cucchiaino di zucchero

peperoncino in polvere

olio extravergine di oliva

sale

 

  1. Tuffate i pomodori in abbondante acqua bollente per alcuni istanti. Sgocciolateli, passateli sotto acqua fredda corrente, poi spellateli, eliminate i semi e riduceteli a dadini. Eliminate la cotenna del guanciale e tagliatelo a pezzettini.
  2. Scaldate a fiamma bassa un cucchiaio d’olio in una casseruola, poi unite il guanciale e spolverizzate con il peperoncino. Rosolate per 2-3 minuti, mescolando di tanto in tanto, finché il guanciale sarà dorato, poi mettetene da parte 1/3 e tenetelo in caldo. Aggiungete nella padella i pomodori preparati o i pelati spezzettati, lo zucchero e un pizzico di sale e cuocete a fiamma bassa per circa 30 minuti mescolando finché il sugo si sarà addensato; infine regolate di sale.
  3. Nel frattempo, cuocete la pasta in abbondate acqua bollente salata per il tempo indicato sulla confezione. Scolate gli spaghetti al dente e trasferiteli nella padella con il sugo. Unite metà pecorino e fate insaporire mescolando per 1 minuto a fuoco medio. Aggiungete anche il guanciale croccante messo da parte e il pecorino rimasto e servite subito.

 

 

 

(immagine:theartofitalianliving.com)

Un’amatriciana buonissima

amatriciana

Il Cinema italiano si mobilita per le popolazioni colpite dal terremoto: lunedì 19 a Roma, durante una lunga serata di beneficenza si potrà gustare la pasta all’amatriciana serviti dai più grandi attori italiani. Alla pizzeria La Montecarlo con il sostegno di Pasta Rummo.

 

Lunedì 19 settembre, a partire dalle ore 19 e fino all’una del giorno seguente, Raoul Bova, Alessandro Gassmann, Claudio Amendola, Valerio Mastrandrea, Sabrina Impacciatore, Marco Giallini, Edoardo Leo, Vinicio Marconi, Rolando Ravello, Anna Foglietta, Elio Germano, Massimiliano Bruno saranno gli specialissimi camerieri di una cena di beneficenza dove l’unico piatto protagonista della serata sarà la pasta all’amatriciana, preparata con pasta Rummo Lenta Lavorazione.

Senza prenotazione – ci si metterà in coda come in una sagra di paese – dodici star del cinema italiano serviranno al costo di 15 euro un piatto di amatriciana e una bibita a scelta. Ingrediente fondamentale della serata sarà la pasta prodotta da Rummo che, a seguito dell’alluvione che l’ha colpita un anno fa, ha deciso di sostenere l’iniziativa, consapevole di quanto sia importante il sostegno dopo avvenimenti disastrosi come il recente terremoto, che ha messo in ginocchio un’intera zona del centro Italia.

Tutti i fondi raccolti saranno integralmente devoluti alle popolazioni rimaste vittima del sisma. L’associazione scelta dalla storica pizzeria La Montecarlo di vicolo Savelli 13, vicino a piazza Navona, è ‘Vico Badio’ di Fonte del Campo di Accumoli, l’epicentro del sisma del 24 agosto, così da poter seguire la donazione in modo chiaro e diretto e far sì che l’aiuto abbia un immediato riscontro.

Lunedì 19 settembre 2016 dalle ore 19 all’una del giorno successivo. La Montecarlo, vicolo Savelli 13 (piazza Navona), Roma.