Cocktail di gamberi con avocado e mango

Cocktail-di-gamberi-ricetta-parliamo-di-cucina

Antipasto classico per una cena di pesce elegante, il cocktail di gamberi è tornato di moda, ma rinnovato negli ingredienti: non più appesantito da una densa maionese rosa, ma accompagnato da frutta e verdura e condito con un leggero frullato ottenuto dalla polpa dell’avocado insaporita con agrumi ed erbe aromatiche.

Numerose anche le varianti del cocktail di gamberi: potete sostituire il mango con spicchi di pompelmo rosa sbucciati al vivo, aggiungere sedano a fettine, usare basilico o coriandolo al posto del prezzemolo, insaporire con spezie a piacere. Potete servire il cocktail di gamberi con avocado e mango anche in ciotoline foderate con foglie di lattuga.

Per 4 persone

500 g di code di gamberi

2 avocado maturi

1 mango maturo

1/2 cipolla rossa

vermouth dry

4-5 rametti di prezzemolo

2 lime

Tabasco

olio extravergine di oliva

sale e pepe

Sbucciate la cipolla, tagliatela a fettine sottili e mettetele a bagno in acqua fredda con 1 pizzico di sale grosso per 10 minuti. Sgusciate i gamberi lasciando le codine, incideteli sul dorso con un coltellino ed eliminate il filetto nero, aiutandovi con uno stecchino. Portate a ebollizione 1 l d’acqua con 100 ml di vermouth e 2-3 gambi di prezzemolo, salate leggermente e immergete i gamberi per 1 minuto. Sgocciolateli con un mestolo forato su carta assorbente e lasciateli raffreddare.

Incidete gli avocado con un coltello nel senso della lunghezza, ruotate le 2 metà, in modo che si separino, eliminate i noccioli e sbucciateli. Tagliate a dadini 3 mezzi avocado e irrorateli con il succo di 1 e 1/2 lime. Frullate nel mixer il 1/2 avocado rimasto con le foglie di prezzemolo (tenendone da parte qualcuna per decorare), 3 cucchiai d’olio, il succo di 1/2 lime rimasto e 1 pizzico di sale e pepe. Sbucciate il mango, eliminate il nocciolo e tagliatelo a pezzetti. Sgocciolate, sciacquate e asciugate su carta assorbente le fettine di cipolla.

Suddividete nei bicchieri da cocktail metà dei dadini di avocado, unite un po’ di pezzetti di mango e di filetti di cipolla e irrorate con un filo di salsina. Aggiungete i gamberi, i dadini di mango e di avocado rimasti e terminate irrorando con la salsa e i filetti di cipolla rimasti. Servite i cocktail di gamberi con avocado e mango, decorando con le foglie di prezzemolo tenute da parte.

(Immagine:olivethis.com)

Salmone alla griglia con avocado e salsa al lime

Salmone-alla-griglia-con-avocado-e-salsa-al-lime-ricetta-parliamo-di-cucina

 

Facilissimo da preparare, il salmone alla griglia è un secondo chic, pronto in pochi minuti. La ricetta è molto gustosa e adatta a tutte le stagioni, anche se l’avocado è migliore in inverno, quando matura

 

A piacere, potete anche aggiungere al salmone alla griglia un pizzico di altre spezie, come cumino o paprika in polvere. Il coriandolo non a tutti piace: sostituitelo con prezzemolo oppure erba cipollina o aneto. Servite  il salmone alla griglia con patate lessate o crostini di pane grigliati.

 

Per 4 persone

4 tranci di filetto di salmone di circa 150 g ciascuno

2 avocado maturi

2 lime o 2 limoni

1 cipolla rossa piccola, tipo Tropea

1 peperoncino rosso piccante fresco

1 falda di peperone giallo grigliato al naturale

1 ciuffo di coriandolo o di prezzemolo

olio extravergine di oliva

sale e pepe

 

1. Incidete i 2 avocado tutt’intorno con un coltello, ruotateli per separarli a metà, eliminate i noccioli e la buccia, tagliateli a fette sottili, in senso verticale, e irrorateli con il succo di 1/2 lime. Spuntate la cipolla, spellatela e tagliatela a fettine sottili. Eliminate il picciolo e i semi del peperoncino e tritatelo insieme con la falda di peperone al naturale. Lavate, asciugate e tritate le foglie di coriandolo. Riunite cipolla, peperoni e coriandolo in una ciotola, irrorate con il succo dei lime rimasti, unite 6 cucchiai di olio, sale e pepe e mescolate bene.

1. Indossate un paio di guanti in lattice usa e getta, sciacquate i tranci di salmone sotto acqua fredda corrente e asciugateli con abbondante carta da assorbente da cucina. Tastate delicatamente il salmone per verificare se è rimasta qualche lisca ed eliminatela, usando una pinzetta. Se preferite, eliminate anche la pelle utilizzando un coltello con lama lunga e flessibile.

3. Scaldate una griglia o un’ampia padella antiaderente a fiamma media e spolverizzatela con sale fino. Adagiatevi i filetti con la parte della pelle verso il basso (se non l’avete eliminata) e cuocete il salmone alla griglia per circa 4-5 minuti per parte, secondo se vi piace più o meno rosato. Trasferite i filetti di salmone alla griglia nei piatti, suddividetevi sopra le fettine di avocado e irrorate con la salsina preparata.

 

 

(immagine:laylita.com)