Crostata di ricotta al profumo di limone

Crostata-di-ricotta-al-profumo-di-limone-ricetta-parliamo-di-cucina

La crostata di ricotta al profumo di limone è una torta golosa, dal gusto delicato e irresistibile

 

Ricetta classica della tradizione italiana, è un guscio di soffice pasta frolla ripieno di formaggio fresco e cremoso che una volta, secondo la tradizione, si offriva in primavera. Se non amate le scorzette candite, potete sostituirle con 50 g di pinoli o di mandorle tritate grossolanamente. La crostata di ricotta al profumo di limone è adatta soprattutto a merenda e si gusta con tè o caffè oppure un calice di vino passito o spumante dolce.

 

Per 8 persone

250 g di farina 00

125 g di burro

220 g di zucchero

2 uova + 2 tuorli

450 g di ricotta molto fresca

50 g di scorzette di agrumi candite miste (facoltative)

50 g di cioccolato fondente

1/2 bustina di lievito per dolci

1 limone non trattato

sale

 

1. Versate nel mixer la farina con il burro freddo a tocchetti e frullate, fino a ottenere un composto sbriciolato. Aggiungete gradualmente i tuorli, uno alla volta, 100 g di zucchero, la scorza di 1/2 limone grattugiata, un pizzico di sale e 2-3 cucchiai di acqua molto fredda, azionando sempre a più riprese gli ingredienti, finché saranno ben amalgamati. Formate un panetto, avvolgetelo in un foglio di pellicola e fatelo riposare in frigo per un’ora. Nel frattempo, montate la ricotta con lo zucchero rimasto, le uova, la scorza grattugiata del 1/2 limone rimasto, un pizzico di sale, le scorzette tagliate a dadini e il cioccolato tritato.

2. Tenete da parte 1/4 della pasta e avvolgetela in pellicola. Stendete il resto con un matterello su un piano di lavoro spolverizzato di farina, allo spessore di 1/2 cm e ricavate un disco. Disponetelo in uno stampo a cerniera o con il fondo rimovibile di 22-24 cm di diametro, foderato con un foglio di carta da forno bagnata e strizzata. Avvolgete la pasta intorno al matterello e srotolatela direttamente dentro lo stampo. Bucherellate il fondo della pasta con una forchetta.

3. Versate nello stampo la ricotta preparata, e stendetela, in uno strato uniforme. Stendete la pasta rimasta, infarinandola leggermente. Ricavate con la rotella tante strisce lunghe 30 cm e larghe 1-1,5 cm. Disponete 4-5 strisce di pasta sulla torta, distanti 3-4 cm e parallele tra loro, appoggiando le estremità ai bordi dello stampo. Sistemate altre 4-5 strisce perpendicolari alle prime, facendole passare una volta sopra e una volta sotto le strisce che incrociano. Piegate verso l’interno la pasta ai bordi dello stampo e pizzicatela leggermente con le dita. Cuocete la crostata di ricotta in forno già caldo a 180°C per circa 45-50 minuti, poi lasciatela raffreddare completamente.

 

(immagine:adventurouskate.com)

Crostata classica alla confettura

Crostata-classica-alla-confettura-ricetta-parliamo-di-cucina

Una torta che non ha bisogno di presentazione: la crostata alla confettura è uno dei grandi classici della pasticceria casalinga, un dolce della memoria, da gustare nei pomeriggi di festa con una tazza di tè o caffè, perfetta anche per la merenda di bambini

 

Le varianti sono infinite: sbizzarritevi con confetture e marmellate a piacere, ma anche con crema di cioccolato spalmabile, crema pasticcera, ricotta zuccherata e tutto quello che suggerisce la fantasia. La crostata è migliore se viene fatta riposare alcune ore, meglio una notte. Se vi piace, decoratela con zucchero a velo.

 

Per 8-10 porzioni

350 g di farina 00

175 g di burro

2 uova + 1 tuorlo

175 g di zucchero

350 g confettura di prugne o altra frutta a piacere

scorza di 1 limone non trattato o 1 cucchiaio di estratto naturale di vaniglia

sale

 

1. Disponete nel mixer la farina con lo zucchero, un pizzico di sale, il burro freddo tagliato a pezzetti e frullate fino a ottenere un composto di briciole. Aggiungete le uova e il tuorlo, la scorza del limone grattugiata o la vaniglia e azionate a più riprese fino a ottenere un composto omogeneo. Formate un panetto, avvolgetelo in un foglio di pellicola e fatelo riposare in frigorifero per almeno un’ora.

2. Tenete da parte 1/4 della pasta e avvolgetela di nuovo in pellicola. Stendete il resto con un matterello sul piano di lavoro leggermente infarinato in uno spessore di circa 1/2 cm e ricavate un disco. Avvolgetelo intorno al matterello e srotolatelo direttamente dentro uno stampo da crostata da 26-28 cm di diametro, meglio se con il fondo rimovibile, imburrato. Bucherellate il fondo della pasta con una forchetta. Stendete la pasta rimasta, infarinandola leggermente, e ricavate tante strisce lunghe circa 30 cm e larghe 1-1,5 cm.

3. Versate la confettura nello stampo e stendetela formando uno strato uniforme. Disponete 4-5 strisce di pasta sulla torta, distanti 3-4 cm e parallele tra loro, appoggiando le estremità ai bordi dello stampo e contemporaneamente sistemate altre 4-5 strisce perpendicolari alle prime, facendole passare una volta sopra e una volta sotto le strisce che incrociano. Piegate verso l’interno la pasta ai bordi dello stampo eliminando l’eccesso e pizzicate la pasta leggermente con le dita. Cuocete la crostata in forno già caldo a 180°C per 40-45 minuti, finché la superficie della pasta sarà dorata e lasciatela completamente raffreddare.

 

 

(immagine:thesepeasarehollow.blogspot.com)

Crostata al cioccolato con lamponi

Crostata-al-cioccolato-con-lamponi-ricetta-parliamo-di-cucina

Ecco una crostata al cioccolato strepitosa e golosissima perfetta per un’occasione di festa, con un ricco ripieno cioccolatoso e uno strato di lamponi. La crostata al cioccolato si può preparare anche con un paio di giorni di anticipo e si conserva in frigorifero coperta, decorandola al momento di servirla

 

Tante anche le varianti possibili di questa crostata al cioccolato: con cioccolato solo fondente al 70%, un velo di marmellata di arance (indispensabile per tenere fermi i decori) e con una guarnizione di scorzette di agrumi candite o alchechengi, i tipici scenografici fruttini natalizi. A piacere, potete usare anche altra frutta secondo la stagione.

 

Per 8-10 persone

Per la base:

260 g di farina 00

1 uovo e 1 tuorlo

100 g di zucchero

130 g di burro + altro per lo stampo

la scorza grattugiata di 1/2 limone non trattato

sale

Per il ripieno:

150 g di cioccolato gianduia alla nocciola

100 g di cioccolato fondente al 70% di cacao

100 g di burro

80 g di zucchero

2 uova + 1 tuorlo

confettura di lamponi

200 g di lamponi freschi

 

1. Versate la farina sul piano di lavoro, aggiungete il burro leggermente ammorbidito e tagliato a pezzetti e lavorate rapidamente con la punta delle dita, in modo da ottenere un composto sbriciolato. Unite lo zucchero, la scorza di limone grattugiata, un pizzico di sale e i tuorli e impastate velocemente per non scaldare gli ingredienti, fino a ottenere un composto sodo e omogeneo. Formate un panetto, avvolgetelo con pellicola e fatelo riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.

2. Stendete la pasta con il matterello, formando un disco di 3-4 mm di spessore; avvolgetelo intorno al matterello e srotolatelo in uno stampo da crostata imburrato, meglio se con il fondo rimovibile, di circa 24 cm di diametro. Eliminate la pasta in eccesso sul bordo, passando il matterello sulla teglia. Bucherellate il fondo con una forchetta, disponetevi sopra un foglio di carta da forno, versate 2 manciate di legumi secchi e cuocete il guscio in forno già caldo a 180°C per 15 minuti. Eliminate la carta con i legumi, cuocete ancora per 5 minuti poi sfornate e lasciate raffreddare la crostata.

3. Fate fondere al microonde o a bagnomaria i 2 cioccolati spezzettati con il burro tagliato a dadini. Montate con la frusta le uova, il tuorlo e lo zucchero in un pentolino, preferibilmente con il fondo arrotondato, disposto in un bagnomaria in leggera ebollizione, continuando a montare gli ingredienti finché il composto sarà spumoso. Toglietelo dal fuoco e incorporate, poco alla volta, il cioccolato fuso e mescolate, fino a ottenere una crema liscia. Riempite il guscio con la crema  preparata e cuocete la crostata al cioccolato in forno già caldo a 160°C per 10 minuti. Lasciate raffreddare, coprite e mettete in frigo a riposare per almeno 3 ore. Prima di servire la crostata al cioccolato, diluite 2 cucchiai di confettura di lamponi con un cucchiaio di acqua tiepida o liquore a piacere, spennellatela sulla superficie e aggiungete i lamponi freschi.

 

(immagine:thefoodieandthefamily.com)

Crostata allo yogurt e mirtilli

Crostata-allo-yogurt-e-mirtilli

È la stagione dei frutti di bosco. Ed è il momento per preparare una golosa crostata allo yogurt e mirtilli da servire a colazione o a merenda con una tazza di tè.

 

La ricetta della crostata allo yogurt è facile e spiegata nei minimi dettagli: il gusto acidulo dello yogurt si sposa alla perfezione con i frutti rossi o quelli aciduli. Per fare prima, potete utilizzate una base di pasta brisée pronta fresca o surgelata e una bustina di vanillina al posto del baccello. A piacere, potete prepararla anche con lamponi, fragoline, more, ribes, uva…

 

Per la pasta frolla:

250 g di farina 00

125 g di burro

80 g di zucchero

2 tuorli

scorza di 1 limone non trattato

sale

Per il ripieno:

250 g di mirtilli

150 g di yogurt greco

350 g di ricotta o mascarpone

2 cucchiai di fecola

2 albumi

120 g di zucchero

1 baccello di vaniglia

sale

 

1. Mettete il burro freddo a pezzetti nel mixer insieme alla farina e frullate velocemente a più riprese, in modo da ottenere un composto sbriciolato. Aggiungete lo zucchero e incorporate i tuorli, un pizzico di sale e la scorza di limone grattugiata. Unite 2-3 cucchiai di acqua freddissima e frullate ancora velocemente, fino a ottenere un impasto amalgamato. Estraete la pasta frolla dal mixer, formate un panetto, avvolgetelo in pellicola e lasciatelo riposare in frigo per 30 minuti.

2. Stendete la frolla con il matterello in un disco di circa 1/2 cm di spessore. Trasferitelo in uno stampo da crostata con il fondo rimovibile di 24 cm di diametro, leggermente imburrato. Eliminate la parte eccedente e bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta. Coprite con un foglio di carta da forno e riempite l’interno con legumi secchi o gli appositi pesetti. Cuocete in forno già caldo a 200°C per 20 minuti. Eliminate legumi e carta da forno e prosegui la cottura a 180°C per altri 10 minuti.

3. Incidete il baccello di vaniglia, nel senso della lunghezza, ricavate la polpa interna con i semini e mettetela in una ciotola. Unite lo yogurt e il formaggio e lavorateli con lo zucchero, poi aggiungete la fecola setacciata. Montate gli albumi a neve con un pizzico di sale, poi incorporateli al composto, mescolando con un movimento dal basso verso l’alto. Versatene metà nel guscio di pasta, disponete metà mirtilli puliti, coprite con il composto di formaggio rimasto e completate con i mirtilli rimasti. Coprite la crostata allo yogurt con un foglio di alluminio e cuocete in forno già caldo a 180°C per circa 25 minuti, poi fate raffreddare. La crostata allo yogurt è migliore se viene lasciata riposare per alcune ore o preparata il giorno precedente.

 

 

(immagine:chowandchatter.com)