Ravioli di magro profumati al limone

ravioli-di-magro-profumati-al-limone-ricetta-parliamo-di-cucina

Pasta ripiena classica, i ravioli di magro sono una vera golosità, soprattutto quelli fatti in casa, preparati al momento con ingredienti freschi e genuini, senza nessun  tipo di conservante.

Tante le varianti possibili: oltre agli spinaci si possono usare bietole, zucchine, carciofi, carote, peperoni e così via, e ancora spezie, aromi ed erbe aromatiche, secondo la disponibilità, la stagione e la fantasia. Questi ravioli di magro sono stati aromatizzati con abbondante scorza di limone grattugiata che aggiunge un profumo delizioso e si sposa perfettamente con la ricotta e gli spinaci. Consigli per la preparazione: premete bene con la punta delle dita lungo gli avvallamenti che corrono fra le gobbe di ripieno, per far aderire bene la due sfoglie. Poi, per evitare che si aprano, tuffate i ravioli di magro quando l’acqua inizia a fremere ma non è ancora in piena ebollizione e, per non farli attaccare, unite all’acqua un cucchiaino d’olio. Se vi piace, serviteli spolverizzando con abbondante formaggio grattugiato.

Ingredienti per 4 persone:

300 g di farina 0

3 uova

300 g di ricotta freschissima

100 g di grana padano grattugiato

300 g di spinaci

1 limone non trattato

1 scalogno piccolo

noce moscata

1 rametto di salvia

1 rametto di rosmarino

80 g di pinoli

100 g di burro

olio extravergine di oliva

sale e pepe

Versate la farina sul piano di lavoro, create un incavo al centro, sgusciatevi le uova e unite un pizzico di sale. Iniziate ad amalgamare con la forchetta, incorporando gradualmente le uova alla farina, poi impastate energicamente con le mani per 15 minuti, facendo forza con il peso del corpo. Formate una palla, avvolgetela con una pellicola e fatela riposare a temperatura ambiente per 1 ora.

Intanto, rosolate in una padella lo scalogno tritato con 2 cucchiai d’olio e 2 di acqua per 2-3 minuti. Unite gli spinaci ben lavati, coprite e cuoceteli a fiamma viva con un pizzico di sale per 2-3 minuti. Togliete il coperchio e proseguite la cottura per 5-6 minuti, mescolando di tanto in tanto finché il fondo di cottura si sarà asciugato; lasciateli intiepidire e tritateli finemente. Nel frattempo, mescolate in una ciotola la ricotta con il grana padano e la scorza grattugiata del limone; infine, incorporate gli spinaci e regolate di sale, pepe e noce moscata.

Stendete la pasta: appiattitene poca per volta, inseritela nella macchina per la pasta e passatela ripetutamente attraverso i rulli, partendo dalla tacca più larga, fino ad arrivare alla penultima. Tagliate la pasta a strisce di circa 6-7 cm di larghezza, distribuite su metà delle strisce il ripieno a cucchiaini, ben distanziati tra loro, coprite con altre strisce di pasta, poi ritagliate con una rotella o un tagliapasta tanti ravioli di circa 5-6 cm di lato. Man mano che sono pronti, disponeteli su vassoi foderati con fogli di carta da forno, senza sovrapporli.

Cuocete i ravioli in abbondante acqua bollente salata per circa 7-8 minuti, verificando la cottura. Nel frattempo, spezzettate i pinoli poi tostateli in un padellino senza grassi. Scaldate il burro con le foglie di salvia e il rametto di rosmarino e rosolate finché sarà dorato.  Sgocciolate i ravioli di magro, suddivideteli nei piatti e irrorateli con il burro fuso. Servite spolverizzando con i pinoli e abbondante pepe.

(immagine:danslacuisinedunchef.fr)

Ravioli di pesce alle erbe aromatiche

Ravioli-di-pesce-alle-erbe-aromatiche-ricetta-parliamo-di-cucina

I ravioli di pesce alle erbe aromatiche sono una squisita e delicata pasta ripiena da servire come primo o anche come piatto unico, seguito da un’insalata e frutta fresca.

 

I ravioli sono una golosità tipicamente italiana, un primo di pasta farcita, ricco di sapore. L’ingrediente pesce bianco poi lascia libera scelta per quanto riguarda il ripieno dei ravioli di pesce: potete utilizzare quello che preferite e che magari trovate fresco e a buon prezzo al mercato rionale, come merluzzo, palombo o altro, ma anche i più pregiati salmone, trota, branzino o altro pesce ancora. Se potete, utilizzate anche pesce avanzato misto oppure quello surgelato che si compera a filetti. Come alternativa di gusto, potete condire i ravioli di pesce anche con un pesto alla ligure oppure un pesto preparato con erbe aromatiche miste e scorza di limone grattugiata. Se li preparate per un pranzo elegante, cucinateli in anticipo al dente, disponeteli in una teglia imburrata e conditeli con il sugo poi, prima di servire, fateli gratinare in forno ben caldo a 180°C per circa 20 minuti.

 

Per 4 persone

500 g di filetto di pesce bianco tipo merluzzo, branzino, ecc.

300 g di farina 0 + 3 uova

1 patata di circa 100 g + 1 scalogno

3 pomodori maturi, ma sodi

2 rametti di maggiorana + 9-10 foglie di menta

olio extravergine di oliva

sale e pepe

 

1. Versate la farina sulla spianatoia, create una fossetta al centro, sgusciatevi le uova e impastate per 15 minuti, fino a ottenere un composto liscio. Formate una palla, avvolgetela in pellicola e lasciatela riposare per almeno un’ora. Intanto, lessate la patata, partendo da acqua fredda, per 45 minuti dall’ebollizione. Pulite i filetti di pesce scelto ed eliminate le eventuali lische con una pinzetta. Tritate la polpa di pesce con un coltello. Sbucciate la patata ancora calda, riducetela in purè con lo schiacciapatate e lasciatela intiepidire. Amalgamate il purè al pesce, unite le foglioline di maggiorana e 6-7 foglie di menta e 1/3 di scalogno tritati insieme, sale e pepe e mescolate.

2. Staccate dalla pasta un piccolo panetto, stendetelo leggermente con il palmo delle mani e fatelo passare fra i rulli della macchina, partendo dalla tacca più larga. Assottigliate man mano la pasta, passandola fra i rulli della macchina, fino ad arrivare all’ultima tacca, in modo da ottenere una sfoglia sottile. Ricavate i ravioli con un tagliapasta rotondo dentellato di 6-7 cm di diametro, disponete al centro di ciascuno 1 cucchiaino di ripieno, poi piegate la pasta a metà sul ripieno e fate aderire i due strati di pasta, facendo uscire l’aria e pressando leggermente con le dita. Disponete man mano i ravioli di pesce su vassoi foderati con carta da forno.

3. Scottate i pomodori in acqua bollente, sbucciateli, eliminate i semi e tagliateli a pezzetti. Fate appassire nella padella lo scalogno rimasto tritato per 2-3 minuti con 3-4 cucchiai di acqua. Unite i pomodori, cuocete a fuoco basso per 15 minuti con 1 pizzico di zucchero, poi regolate di sale e pepe e irrorate con un filo d’olio. Portate intanto a ebollizione abbondante acqua in una pentola, salate e cuocete i ravioli di pesce in leggera ebollizione per 2-3 minuti da quando vengono a galla. Sgocciolateli, conditeli con il sugo preparato, spolverizzate con le foglie di menta rimaste tagliuzzate e servite.

 

 

(immagine:jennysteffens.blogspot.com)