La scelta dei bioagricoltori

grano“La scelta dei bioagricoltori: nutrire le persone, nutrire la terra”. Un convegno con autorevoli esponenti del settore  che si confronteranno soprattutto sul grano,  materia prima fondamentale per l’alimentazione mondiale

Gli agricoltori, il mulino, la pastificazione, il biologico come scelta, le varietà di grani antichi e il cibo vero sono i temi al centro dell’evento che si terrà venerdì 21 febbraio 2014 dalle ore 9.30 alla Masseria Antonia De VargasFondazione Siniscalco Ceci Emmaus Onlus in via Manfredonia km. 2,1 a Foggia, luogo simbolo dello stretto legame che intercorre tra la terra, il lavoro e le persone. Nelle terre pugliesi che per prime li hanno coltivati, infatti, si svolge questo evento, dedicato alla valorizzazione della cultura biologica come scelta di responsabilità civile e culturale. Un incontro e confronto con tutti i protagonisti del settore, a partire dagli agricoltori bio che si impegnano quotidianamente nella produzione di un cibo buono, vero, che nutre bene e rispetta la terra.

Interverranno alcune delle personalità di spicco del panorama del biologico italiano: Rita de Padova, direttrice della Fondazione Emmaus, darà il saluto di benvenuto. Seguirà il contributo del professor Giovanni Dinelli dell’ Università di Bologna, impegnato da molti anni nell’analisi della biodiversità delle piante; Pasquale De Vita porterà l’esperienza del Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura. Seguiranno gli interventi di Riccardo Felicetti, amministratore delegato dell’omonimo pastificio che da oltre 100 anni produce con metodo artigianale nel rispetto dei valori e delle tradizioni; Zina Flagella, professore ordinario in Agronomia e coltivazioni erbacee dell’Università di Foggia, facoltà di Agraria; modera i lavori il presidente di Alce Nero e Mielizia, Lucio Cavazzoni.

Chiuderà la giornata una tavola rotonda con Nicola De Vita, di Mulino De Vita; Benedetto Fracchiolla, presidente Biologico Meridiano; i cerealicoltori Salvatore Pace e Maria Desiante; Fabio Zullo, vicepresidente e responsabile agronomo Libera Terra Puglia; Cristoforo Carrino, allevatore e agricoltore biologico e Giorgio Mercuri, orticoltore biologico e presidente Coop. Giardinetto.

Un evento per valorizzare e diffondere la cultura del biologico, un metodo di coltivazione che rispetta la terra, le persone e gli animali, facendo incontrare gli agricoltori e i consumatori presso la Fondazione Siniscalco-Ceci Emmaus che sta convertendo 1.300 ettari di terra a coltivazione biologica, un grande esempio di cambiamento italiano che ha valore anche su scala europea.

 

Cento pittori in Via Margutta

cento-pittori in via marguttaDal 12 al 15 dicembre 2013 a Roma si svolge la tradizionale mostra di Via Margutta

La mostra è nata nel lontano autunno del 1953, per iniziativa spontanea di alcuni pittori che nell’immediato Dopoguerra si riunirono e decisero di dar vita e colore a una strada che da sempre era stata il rifugio naturale di pittori, scultori, poeti, musicisti e artigiani.Dopo alcuni anni difficili  si costituì l’attuale Associazione Cento Pittori via Margutta con un regolamento e uno statuto che ricalcano idealmente lo spirito che animò i precursori della mostra di strada: dare il via alle manifestazioni artistiche fatte al di fuori delle gallerie (a Milano, in via Bagutta, ne esiste una analoga).

Per questo Natale a via Margutta i cento artisti più famosi della capitale espongono oltre 3000 opere (nella foto, Paesaggio toscano, di Ripax) e per quattro giorni sarà possibile incontrare gli artisti. Per l’appuntamento natalizio organizzato dalla storica associazione, gli artisti stessi saranno lieti di fare un brindi beneaugurale per le festività con i tanti cittadini amanti dell’arte esposta nella storica via.

 

 

 

Convivio – A tavola tra cibo e sapere

BarattoloConvivio-artAnche quest’anno la Fondazione Corriere della Sera, in collaborazione con Expo Milano 2015, organizza Convivio, un ciclo di incontri pubblici e gratuiti dedicati alla cultura del cibo

Sei lezioni a partire da oggi 18 novembre 2013 alle 20,30 si susseguiranno sul palco del Piccolo Teatro Grassi di Milano nell’ambito di Convivio. La prima lezione, tenuta da Stefano Rodotà, sarà sul tema Diritto al cibo. La seconda sarà tenuta da Marco Aime il 13 gennaio 2014 sempre in serata e sarà dedicata al tema Il cibo che siamo.

In totale, da novembre a marzo si susseguiranno sei relatori, ognuno dei quali terrà una lectio magistralis sulle diverse implicazioni culturali ed economiche legate al consumo di cibo inteso come pratica che definisce l’individuo e il suo vivere sociale.

Le serate amplieranno il quadro a tematiche, antropologiche, mediche, economiche e sociali con nuovi ospiti tra i quali Giuseppe De Rita con Il politeismo alimentare, sulle contradditorie abitudini nutritive degli italiani; Andrea Segrè con  Primo, non sprecare, su un modello di sostenibilità e rinnovabilità anche nel mondo del cibo; Michela Marzano con Il cibo e il corpo sulle implicazioni psicologiche della fame; Serge Latouche con L’alimentazione e l’abbondanza frugale sugli eccessi di cibo legati a un modello di sviluppo consumistico e sulla possibilità di una decrescita anche in campo alimentare.

Un’occasione unica per approfondire un argomento che ci tocca tutti più profondamente di quanto non si pensi, specie oggi che il food è diventato onnipresente in forme sempre diverse e a volte quasi ossessive, anche grazie alle nuove tecnologie. Basta pensare ai social network e ai nuovi media. Un obbligo, specie per questi ultimi, di divulgare con serietà ed etica una corretta e sostenibile cultura alimentare: la vera sfida del futuro del pianeta.

 

Gluten Free Expo = 4 giorni anti celiachia

glutenDal 15 al 18 novembre, nel padiglione fieristico Fiera di Brescia, inizia la seconda edizione dell’evento europeo di riferimento per il senza glutine

Forti del successo ottenuto lo scorso anno, per questo secondo appuntamento gli organizzatori hanno investito anche sul mercato estero attraverso viaggi in Europa, Canada e USA per studiare il mercato internazionale di questo delicato settore che vede coinvolti a vari livelli di intolleranza al glutine milioni di persone. Per questo, grazie alla rinnovata collaborazione con gli Spedali Civili di Brescia, anche quest’anno sarà possibile presenziare ai diversi incontri sul tema del senza glutine e prendere parte alla conferenza che avrà come tema i nuovi orizzonti che si propongono nel rapporto tra il mondo della celiachia e la farmacia.

Gli organizzatori riconfermano anche le iniziative che l’anno scorso hanno raccolto maggiore successo come il Master lab, nel quale si alterneranno gli chef più importanti del mondo del senza glutine proponendo dimostrazioni gratuite di cucina gluten free. Ritorna anche lo Junior lab, il laboratorio interamente dedicato ai bambini tra i 6 e i 12 anni nel quale i piccoli chef potranno mettere le mani in pasta e divertirsi scoprendo il piacere delle ricette senza glutine. Una novità di quest’anno invece è il Pizza lab nel quale tutti potranno partecipare a lezioni pratiche e teoriche volte a svelare gli ingredienti e i metodi fondamentali per preparare pizze gluten free gustose e invitanti.

In prospettiva, tante sono le iniziative per pubblico, espositori e professionisti come l’ottenimento di certificazioni importanti quali Isf Cert e la continua collaborazione con Expo 2015. Inoltre, il Gluten Free Expo è già stato inserito nel calendario fieristico internazionale del 2014 della Regione Lombardia.

Cioccolato sostenibile, quando il cacao è green

pralineA Perugia sono gli ultimi giorni della ventesima edizione di Eurochocolate che quest’anno affianca alla cultura del cioccolato anche quella della sostenibilità

Per l’edizione 2013 il compito era abbastanza arduo: gli organizzatori dovevano disegnare l’edizione del ventennale. in quanto dovevamo lavorare consapevoli di disegnare il progetto del nostro ventennale.

Il tema prescelto è stato quello dell’ecosostenibilità, molto sentito dal consumatore di oggi, che apprezza e riconosce i molteplici sforzi delle aziende che lavorano con impegno in questa direzione.

Per questo si è iniziato a costruire un manuale di buone pratiche di sostenibilità nell’ambito della vita lavorativa cui aggiungere via via tante altre buone pratiche comportamentali.

Nel corso del 2012 per esempio si è deciso di destinare la superficie di copertura della proprietà sita a Pontevalleceppi per la messa a punto del più grande impianto fotovoltaico mai realizzato finora nell’area del comune di Perugia pari a 9000 mq/1 Mw (megawatt).

I lavori sono in fase di completamento e riguardano per 4000 mq il tetto di copertura del magazzino di Eurochocolate e Costruttori di Dolcezze con cui  l’impegno è utilizzare entro il 2014 cioccolato sostenibile,  proveniente  cioè esclusivamente da processi produttivi in cui vengano garantiti i valori della sostenibilità, con l’impegno ad utilizzare e progettare packaging eco-compatibili.

Un impegno  verso scelte coraggiose e progressive  per l’impianto organizzativo della kermesse  perugina sempre più orientata a un impatto ambientale zero.