Chilometro zero nella rete

chilometro_zeroIl chilometro zero è ancora più…vicino se si usa la rete internet

La domanda di prodotti a basso impatto ambientale cresce e grazie alla geolocalizzazione. Anche in Italia si moltiplicano le app che mettono in contatto diretto produttori e consumatori. Buono, eco sostenibile e possibilmente disponibile velocemente nel raggio di azione più corto possibile.

L’acquisto senza intermediari, senza passare attraverso le grandi reti di distribuzione è sempre più gradito, ma se il tempo per andare in fattoria o in agriturismo non c’è (e poi si consuma benzina e si inquina) ecco che basta uno smartphone.

Mettendo d’accordo patiti delle tecnologie e convinti ambientalisti, applicazioni e piattaforme collegano la posizione del produttore con quella del consumatore, soprattutto donne e con un’età inferiore ai cinquantaquattro anni, almeno secondo le ricerche. Per fare alcuni esempi: cortilia.it è un mercato agricolo online per acquistare “prodotti artigianali dagli agricoltori locali”, Prodotti a chilometri zero, è invece una piattaforma per acquisti in fattoria, mentre Check sud segnala esclusivamente prodotti alimentari meridionali.

Campagna Amica, la rete di vendita diretta nata nel 2009, promossa da Coldiretti, oggi può contare su oltre 9mila punti vendita in tutta Europa. Inoltre, questo sistema contribuisce alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica. Proprio la fondazione Campagna Amica è stata una delle prime a puntare su Internet prima, con il sito poi con le app, con l’obiettivo di realizzare un sistema nazionale con cui ogni cittadino possa individuare quale dei punti vendita è presente nei dintorni.

 

 

 

Chilometro zero nella rete ultima modidfica: 2013-10-09T15:18:23+00:00 da Beatrice Riganti