Da vicino nessuno è normale: la follia del teatro

11 giugno-11 luglio: un mese di teatro a Milano, fuori dagli schemi

da vicino nessuno è normaleSi è aperto ieri, 11 giugno, a Milano, uno dei festival estivi più interessanti nel panorama teatrale del nord Italia: Da vicino nessuno è normale, che si svolge all’ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini e dura fino all’11 luglio.

Chiuso nel 1999, l’ex Paolo Pini rappresenta una risorsa territoriale notevole: 300.000 mq che ospitano progetti educativi, aggregativi, riabilitativi ecc.
In questo contesto il teatro ha trovato un suo spazio importante, attraverso l’Associazione Olinda e TeatroLaCucina.

Il TeatroLaCucina (che occupa appunto gli spazi una volta adibiti a cucina del manicomio) ospita come teatro di residenza artisti, attori, musicisti che durante l’inverno studiano, mangiano, lavorano, vivono insieme ed esplorano un’idea di teatro diversa in uno spazio sperimentale molto lontano dall’idea di spazio teatrale tradizionale.

Quest’anno sono cinque gli spettacoli di residenza ospitati al festival.

Particolarità di Da vicino nessuno è normale è il luogo stesso, quello che lo rende diverso da tutti gli altri festival teatrali. Quasi tutti gli spettacoli vengono messi in scena al TeatroLaCucina, dove una volta schiere di cuochi preparavano i pasti per i malati mente, mentre ora schiere di artisti preparano storie perché le menti degli spettatori volino in altri luoghi e in altri tempi.

Nomi noti e meno noti si alternano su questo palco particolare: da Mario Perrotta a Cuocolo/Bosetti, da Chiara Guidi a Peppe Servillo.

Anche il cinema trova spazio con Milano in 48 ore-Instant Movie Festival, organizzato da Associazione Olinda e Associazione I 400 colpi: un contest aperto a tutti per raccontare Milano in 48 ore attraverso i generi del documentario o dell’animazione o della fiction.

Il programma e tutte le info sul sito dedicato.

 

Da vicino nessuno è normale: la follia del teatro ultima modidfica: 2014-06-12T11:38:00+00:00 da Alessia Stefanini