Dieta vegetariana, che ansia…

dieta vegetarianaUno studio dell’Università medica di Graz, in Austria, sostiene chi esclude completamente la carne ha il problema di una dieta sbilanciata

I vegetariani stretti se la prenderanno, ma almeno stando a uno studio dell’Università Medica di Graz, in Austria chi evita la carne ha il 50% di possibilità in più di andare incontro a patologie.

La ricerca si chiama Austrian Health Interview Survey e riconosce a chi segue una dieta vegetariana una massa corporea ottimale e un sano stile di vita (fanno più attività fisica, bevono meno alcool e non fumano) e uno stato socioculturale superiore alla media.

Ma c’è un però: i vegetariani hanno il doppio delle probabilità di soffrire di allergie e patologie come infarto o neoplasie. Inoltre, le persone che non consumano carni e grassi animali sono più esposte ad ansia e depressione.

Non sono i vegetali a causare il problema, ma il fatto che anche i grassi animali, assunti in dosi ragionevoli, svolgono importanti ruoli per la salute del nostro corpo. La dieta vegetariana in tal senso risulterebbe sbilanciata. Va detto che le diete ricche di vegetali e frutta riducono il rischio del cancro e di altre malattie croniche in tutti i gruppi demografici, ma nell’ambito di una dieta varia che non demonizzi alcun tipo di alimento, carne compresa.

Va da sé che poi ognuno è libero di scegliere secondo i suoi principi.

 

Dieta vegetariana, che ansia… ultima modidfica: 2014-04-09T11:30:41+00:00 da Beatrice Riganti