Munch: un urlo lungo 150 anni

Genova rende omaggio al Maestro norvegese nel 150° anniversario della  nascita

Vampire II, 1895

Vampire II, 1895

Inaugura oggi, 6 novembre 2013, la grande mostra celebrativa di Edvard Munch in occasione dei 150 anni dalla sua nascita al Palazzo Ducale di Genova.

Sarà una grandissima esposizione che ripercorrerà tutta la carriera artistica di Munch dal 1880 al 1944 attraverso disegni, dipinti a olio, incisioni e  delinea chiaramente il passaggio dall’impressionismo dei primi anni alla pittura audace e tormentata della sua opera più matura e che tanta influenza avrà su tutta l’arte del Novecento.

L’opera più conosciuta è senza dubbio l’Urlo, ma la produzione di Munch è enorme, sintomo di una bulimia artistica che lo ha spinto a esplorare tante forme di arte visiva a cui la mostra dà particolare rilievo – i carboncini, le litografie, le xilografie eccetera. Ansia artistica a dimostrazione della disperazione costante che lo accompagnò in vita e che attraverso le figure allegoriche tipiche della cultura nordica caratterizza ogni suo tratto, sia esso su carta, tela o legno.

La mostra vuole anche celebrare un lato meno noto, meno tormentato, fatto di paesaggi e vita intima e di colore, una faccia serena della sua vita, vita che certo serena è stata poco: l’abuso di alcol, i lutti familiari, le allucinazioni, le manie di persecuzione lo faranno ricoverare nel 1908 in una clinica psichiatrica; poi nel 1926, l’esilio volontario poco lontano dalla sua Oslo, città natale a cui lascerà tutte le sue opere; nel 1937 il Nazismo lo dichiarò artista degenerato e  Munch si vide confiscate oltre 80 opere.

Artista sfortunato, dunque, che ha lasciato però al mondo opere di un’intensità tale da farle diventare imprescindibili nello studio dell’arte contemporanea.

La mostra è a cura di Marc Restellini, direttore della Pinacotheque de Paris, che dedicò una grande retrospettiva dell’artista nel 2010, visitata da oltre 600mila persone e che oggi ha compiuto sforzi enormi per portare a Genova il meglio della produzione di Munch da tutta Europa.

Da vedere anche “Wharol after Munch“, una mostra nella mostra in anteprima assoluta in Europa, in cui i sogni visionari di Munh incontrano il pop in una serie di opere realizzate da Andy Wharol ispirate alla produzione dell’artista norvegese.

Info:
Edvard Munch. La grande mostra a Palazzo Ducale
6 novembre 2013 – 27 aprile 2014

Palazzo Ducale
Piazza Matteotti 9, Genova

Orari:
lunedì ore 14-19
da martedì a domenica ore 9-19

Biglietti:
Intero 13 euro
Ridotto 11 euro
Ridotto bambini 5 euro
Ridotto gruppi 10 euro
Scuole 5 euro
Per prenotazioni: biglietteria@palazzoducale.genova.it

Per tutte le info dettagliate sui costi e le convenzioni consultare il sito di Palazzo Ducale o quello dedicato della mostra.

 

Munch: un urlo lungo 150 anni ultima modidfica: 2013-11-06T17:12:59+00:00 da Alessia Stefanini