Sostenibilità canina

cane giocoAnche gli animali domestici possono contribuire alla causa della sostenibilità

Pappa, giochi, prodotti per l’igiene. Anche il cane può seguire abitudini rispettose della natura e dell’ecologia. I prodotti alimentari pronti per i pet sono molto comodi, ma contengono additivi e conservanti. Leggere con attenzione le etichette può limitare i danni, ma sarebbe meglio riservare questo tipo di pappa all’eccezione, non alla regola. Per quella, meglio un’alimentazione casalinga (si può perfino risparmiare) in grado di rispettare il fabbisogno giornaliero dei vari nutrienti, cereali compresi (i cani non hanno bisogno solo di proteine).

Due parti di carne o pesce, una di formaggio più cinque di cereali (pasta o riso) e una di verdure o legumi nelle quantità stabilite con il veterinario a seconda di peso, salute ed età dell’animale, è quanto di meglio si può somministrare al proprio animale. Per ottimizzare il tempo si possono cuocere o tritare alcuni ingredienti per tutta la settimana (per esempio, il pollo, il tacchino e la carne), frazionando le porzioni e riponendole nel freezer. Ogni giorno si lascia poi scongelare una porzione e  dopo averla leggermente intiepidita si aggiungono gli altri ingredienti. Accanto, non dimenticate mai la ciotola con l’acqua del rubinetto fresca e pulita.

Anche l’igiene è importante, dato che il cane trascorre in casa buona parte della giornata, ma entra ed esce continuamente, a differenza del gatto. Per preparare un detersivo bio e sostenibile basta mescolare un cucchiaio di bicarbonato con tre litri di acqua caldissima, alternandolo settimanalmente (per contrastare l’assuefazione dei batteri) a un altro composto preparato mescolando un bicchierino di aceto bianco a tre litri di acqua sempre molto calda. Per una veloce pulitura a secco si cospargono di bicarbonato gli oggetti spazzolandoli dopo mezz’ora.

Va da sé che anche per la toeletta del cane va scelto uno shampoo naturale e senza profumi che non contenga parabeni. Per difenderlo da pulci, pidocchi, zecche e zanzare, si può usare l’olio indiano di Neem applicandone poche gocce direttamente sul pelo (l’olio di Neem è buono anche per tutta la famiglia)

Per farlo divertire, ricordate di riciclare i giochi: un cane si diverte tantissimo anche con pezzi di stoffa di cotone biologico, vecchie palle o giochini in plastica riciclata.

Non dimentichiamo poi che esiste l’omeopatia veterinaria per curare il nostro cane con farmaci alternativi, a condizione che il professionista sia esperto e diagnostichi correttamente il disturbo. Se infatti questo tipo di rimedi previene le intossicazioni, frequenti in veterinaria, è anche vero che le cure dolci devono essere mirate e dosate con grande accortezza rispetto a quelle a base di cortisonici e antibiotici che coprono un ampio ventaglio di patologie.

Ricordate soprattutto che il vostro animale ha un istinto naturale superiore al vostro; non imponetegli un’umanizzazione forzata circondandolo di tutta una serie di oggetti che magari gratificano i padroni, ma non contribuiscono alla salute fisica e mentale dell’animale.

 

 

Sostenibilità canina ultima modidfica: 2013-12-05T10:08:24+00:00 da AC