A Venezia il teatro è Nutrimenti

Cibo e teatro di intrecciano nella stagione del Teatrino Groggia di Venezia

nutrimenti

il Teatrino Groggia di Venezia

A Venezia, i gestori del Teatrino Groggia hanno dedicato la stagione teatrale 2013/2014 dal titolo “Nutrimenti menù alternativi” non al cibo, bensì al nutrirsi, di tutto: teatro, danza, musica, altre culture, nuove storie, vecchie tradizioni ecc.

Il teatro – così come la trattoria, il mercato, il bar – è luogo d’incontro, di scambio e, appunto, di “nutrimento”.

Proprio per questo il Teatrino Groggia mischia il teatro con il cibo, per far sentire gli spettatori come in famiglia.

La stagione è suddivisa in menù per adulti e menù per bambini e i piatti sono molto ricchi, preparati da artisti di fama e spettacoli importanti: da Emma Dante a Tiziano Scarpa, da Marta Dalla Via a Babilonia Teatri

Ed è proprio di Babilonia Teatri (Valeria Raimondi ed Enrico Castellani) lo spettacolo che andrà in scena venerdì 7 febbraio, Special Price, che fa parte del progetto Parole per la Terra (nato da Napoli Teatro Festival e Festival della Scienza di Genova) e si interroga sul futuro del pianeta, attorno al tema del cibo, che sta diventando sempre di più un’ossessione del nostro tempo. Gli artisti, aiutati da un gruppo di esperti del settore, danno vita a un percorso non lineare che si snoda fra i diversi argomenti.

A seguire, un altro spettacolo, The cut tuk Show (di e con Martina Cortellazzo): danza e cibo si intrecciano nel “monologo” di una cuoca che ballando crea ricette e si interroga sulla vita.

Una stagione da seguire

 

A Venezia il teatro è Nutrimenti ultima modidfica: 2014-02-06T15:26:31+00:00 da Alessia Stefanini