Waam Tours, la guida d’arte su misura

Tre studentesse milanesi hanno inventato il Cicerone alternativo

waam tour

Un Grand Tour alternativo ai soliti percorsi,  basato sulla filosofia del tour on demand, per costruirsi un giro di Milano totalmente personalizzabile, un modo di esplorare la città in tante direzioni: da dentro, da fuori, da sotto, da sopra.

Tre neolaureate, che si sono conosciute sui banchi della Statale di Milano alla Facoltà Storia dell’Arte, si sono fatte venire un’idea brillante. Costruire, su un modello collaudato a Londra da giovani guide locali, un approccio antigerarchico alla scoperta di punti di vista inediti per godere della città, anche in vista dei flussi turistici per Expo 2015. Con il sito, che diventa un vero e proprio social network culturale, lanciano percorsi che forniscono una mappatura del territorio e delle sue manifestazioni artistiche; esplorano le possibilità di scoprire i luoghi sempre diversi di produzione dell’arte; riscoprono il  passato sempre vivo della città e il suo significato per noi oggi.

Un modo di interrogare un territorio vivo per generare nuove idee e nuova cultura. Ecco allora i percorsi alla scoperta degli studi degli architetti; il tour “Milano da bere”, alla scoperta  dei marchi famosi di distillerie e alambicchi; la scoperta della street art.

Il 9 marzo il primo evento multiplo su prenotazione e a offerta libera organizzato via web, ma poi via, su strada. Si tratta di una visita tra l’Isola e Porta Nuova  tra i nuovi grattacieli, della scoperta degli affreschi cinquecenteschi di Santa Maria alla Fontana, dei murales di Pao, Ozmo, Abominevole, Microbo, insomma,  dei graffiti che abbelliscono e non deturpano la città.

E se le proposte non corrispondono al proprio gusto? Allora l’invito è  sottoporre i propri desideri e interessi: vi verrà costruito un percorso su misura per condurvi a un luogo che Milano ha senz’altro in serbo per voi.

 

 

Waam Tours, la guida d’arte su misura ultima modidfica: 2014-02-27T17:05:28+00:00 da AC