Follador Prosecco dal 1769: It’s Pink!

Follador Prosecco dedica alle donne il nuovo Prosecco Doc Treviso Rosé Brut, un omaggio in occasione dell’8 marzo 2021. Parte del ricavato sarà devoluto all’Associazione Nazionale D.i.Re Donne in Rete contro la violenza

It’s Follador, it’s pink! È l’ultimo motto della famiglia Follador. Tra le prime realtà produttive a inaugurare l’ultima versione del Prosecco, la storica azienda di Valdobbiadene, fresca del titolo di di Miglior Prosecco del 2020 al The Champagne & Sparkling Wine World Championships, lancia sul mercato il nuovo Prosecco Doc Treviso Rosé Brut, perfetto per incontrare il gusto femminile.

“Nella nostra realtà le donne sono sempre state protagoniste: per generazioni hanno partecipato alla vita aziendale alla pari dei loro uomini, lavorando duramente”, sottolinea Cristina Follador, sales & marketing director dell’azienda. “Vogliamo assecondare le aspettative di un mercato femminile in crescita, dato che il mondo del vino sembra ancora oggi dar peso soprattutto alle esigenze maschili. I vini rosé hanno un grande appeal presso larghe fasce di consumatori e il loro gradimento risulta in grande evoluzione ovunque.”

Si chiama ‘Laelia’ l’ultima perla della produzione. Il nome di un’orchidea è un omaggio al genere femminile per riconoscere i suoi molteplici ruoli: come colonna portante della famiglia e, sempre più spesso, anche della vita aziendale. Il richiamo floreale si lega inoltre al suo gusto ricco e fiorito, con sentori intensi di mela e pesca bianca, piacevoli note di frutti rossi, mora, fragoline di bosco e ribes.

Con il giusto accostamento di Glera (90%) e Pinot Nero (10%), la famiglia Follador offre una varietà più ricca del Prosecco. Fresco e giovane, ottimo compagno dell’aperitivo, Prosecco Doc Treviso Rosé Brut è aperto ai nuovi trend e mantiene le caratteristiche di mineralità e freschezza derivate dalla vinificazione secondo il Metodo Gianfranco Follador, con la presa di spuma in autoclave.

Un’azienda guidata in maggioranza da donne, quella di Follador Prosecco dal 1769: il valore umano è parte integrante di una filosofia imprenditoriale basata sul rispetto e con questo spirito l’azienda ha deciso di devolvere parte del ricavato all’Associazione nazionale D.i.Re Donne in Rete contro la violenza. Cristina, Emanuela, Michele e Francesca Follador sono alla costante ricerca dell’eccellenza, in chiave innovativa, per promuovere vini nati dalla perfetta combinazione tra sperimentazione e attenzione al dettaglio, tra testa e cuore, da oltre 250 anni.

 www.folladorprosecco.com

Un S.Valentino nelle sfumature del rosa

Non importa la sfumatura di rosa, l’importante è che sia un rosé. Un nuovo vino spumante rosato di Cantine Volpi per festeggiare alla grande il giorno degli innamorati.

E se, per San Valentino, il Rosé è anche un “unicum”, ancora meglio. Tutto ciò è il nuovo Spumante Rosé Pinot Nero Piemonte DOC dei Colli Tortonesi di Cantine Volpi, il primo Rosé da Pinot Nero realizzato nel tortonese. 

Tante bollicine minute, dall’intenso profumo di fragola, per un vino perfetto come aperitivo e per accompagnare antipasti e piatti a base di pesce.

Dal delicato colore rosa virato sottilmente al blu, la nuance tipica del vitigno Pinot Nero vinificato in rosa, porta una ventata di freschezza ed ottimismo e conferma il potere del vino declamato dal poeta romano Ovidio: “Il vino prepara i cuori e li rende più pronti alla passione”.

Beautifulcurvy 2021: il calendario è online

Barbara Christmann, giornalista di moda italo-tedesca gestisce con successo il sito Beautifulcurvy.com, dedicato alle donne plus size che si piacciono come sono. Da nove anni pubblica un delizioso e ironico calendario di grande successo, che però per quest’anno sarà visibile soltanto in edizione online  

Barbara Christmann, giornalista di moda italo-tedesca cura da anni con successo il sito Beautifulcurvy.com, dedicato alle donne plus size che si piacciono come sono e che vogliono vivere pienamente senza condizionamenti la loro fisicità. Da nove anni pubblica anche un delizioso e ironico calendario di grande successo, che però per quest’anno sarà disponibile in edizione solo online.  

“Un nuovo anno è in arrivo, pieno di speranza per un futuro migliore, dopo il lungo tempo vissuto a distanza, con molte precauzioni per noi e i nostri cari”, dice Barbara. “A causa della situazione Covid non sono riuscita, per motivi di sicurezza, a realizzare un nuovo calendario. Ma visto che è un progetto importante, rivolto ad aiutare e sostenere sia le donne che le aziende che partecipano, quest’anno ho deciso di fare un calendario con le foto più belle e significative degli anni passati. Una selezione speciale dei numeri precedenti, pensando al momento storico, alle atmosfere passate sul set con le modelle/ambasciatrici di Beautifulcurvy che è visibile sul sito”. 

“Questa stagione sarà solo online e non cartaceo – prosegue – ma la continuità del progetto è garantita. L’impegno è importante per portare avanti l’idea di valorizzazione la bellezza non stereotipata ma naturale e senza ritocchi, per mostrare che non è legata alla magrezza, ma al benessere nel proprio corpo in salute”. Perché Barbara è convinta che ogni persona sia bella con il suo carattere, la sua personalità e un’intelligenza emotiva che ci rende uniche. La bellezza traspare dagli occhi, dal sorriso e dal fascino che ci colpisce. Un mix tra l’involucro che si vede, e l’anima che si scopre con il tempo. 

“Desidero ringraziare tutte le ragazze che hanno partecipato in questi anni al progetto, mettendosi in gioco e a nudo per prendersi un momento di gloria, una rivincita personale e sostenere questo progetto. Ringrazio Stefano Bidini della Plus-Production con il suo staff per aver creduto in questo progetto e realizzato in questi anni i calendari e i video backstage. Ringrazio gli uffici stampa che mi hanno seguito per diffondere il mio pensiero”.  

“Ringrazio anche i truccatori specialmente Valeria Orlando con la sua linea di Vor make-up e le sue MUA e i diversi parrucchieri per aver trasformato le ragazze in modelle per un giorno. Un ringraziamento a tutte le stylist e assistenti che mi hanno aiutato negli anni sul set, visto che siamo sempre stati in tanti. Senz’altro riconoscerete alcune ragazze che nel tempo sono diventate modelle e influencer famose. Viva le donne curvy e plus size. Buon Anno 2021!”.

“Aspetto tutti su www.beautifulcurvy.com per leggere molte notizie interessanti non solo di moda, ma di lifestyle, bellezza, cibo e tante testimonianze delle moltissime donne che hanno partecipato ai miei calendari. Un percorso di vita e di crescita personale per vivere meglio”.  

Follador: il prosecco sostiene la Ricerca

L’azienda di Valdobbiadene rinnova per il settimo anno consecutivo il sostegno alla Onlus fondata da Gianluca Vialli e Massimo Mauro. Saranno i pluripremiati Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Extra Dry e Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Brut, in una veste grafica di eccezionale raffinatezza, a mantenere viva l’attenzione sul tema, nonostante l’emergenza sanitaria, diffondendo un messaggio di solidarietà. 

Sarà un Natale inevitabilmente diverso nelle abitudini, quello di quest’anno. Ma lo spirito di collaborazione che da oltre 7 anni lega a doppio filo Follador Prosecco e Fondazione Vialli e Mauro prosegue a vele spiegate, per dare sostegno a approcci terapeutici utili ad alcune patologie, ora più affaticate dall’emergenza sanitaria. 

Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg. Extra Dry e Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Brut, riconosciuti recentemente ai maggiori concorsi internazionali e ora impreziositi dall’elegante astuccio disegnato per l’occasione dall’artista inglese Gary Redford, accenderanno l’attenzione sull’importanza della ricerca contro il Cancro e la Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA). Parte del ricavato dalla vendita dei vini sarà devoluto alla Onlus fondata dagli sportivi Gianluca Vialli e Massimo Mauro, impegnati nella raccolta fondi. 

“Riteniamo molto importante sostenere le iniziative che supportano il progresso della ricerca in campo medico, a maggior ragione in un momento particolare come quello che stiamo attraversando”, sottolinea con profonda convinzione Cristina Follador, sales & marketing director dell’azienda. “Da molti anni offriamo il nostro contributo alla Onlus di Vialli e Mauro: sono certa che si tratti di valori condivisi da tutti i nostri amici ed estimatori, ai quali auguriamo di trascorrere serenamente le imminenti feste nel nome della solidarietà”. 

La raffinata confezione a cilindro illustrato, che si avvicina al gusto e all’esclusività del Travel Retail, raffigura in primo piano il prestigioso treno Venice Simplon Orient Express, con una panoramica sui vigneti della Famiglia Follador: un tocco glamour per accompagnare le punte di diamante della produzione Docg nel loro lungo percorso internazionale, con la solidarietà nel cuore. 

“In un periodo incerto e complicato per tutti, anche per chi come noi si occupa di filantropia – ribadiscono Gianluca Vialli e Massimo Mauro – crediamo che l’emergenza sanitaria non debba far abbassare la guardia su altre ‘partite’ che ancora vanno giocate con tutte le forze possibili. Insieme a Follador da anni facciamo gioco di squadra per non mollare mai e per questo motivo chiediamo a tutti di unirsi a noi per continuare a sostenere la Ricerca. Brindiamo insieme a un 2021 migliore. Grazie.”

Follador Prosecco affonda le radici in un passato di cultura vitivinicola lunga oltre 250 anni, in un luogo in cui l’interazione virtuosa fra uomo e natura ha dato vita a un paesaggio costellato di bellezze e riconosciuto Patrimonio dell’Umanità.

L’azienda è intimamente legata ai valori della famiglia Follador che, con grande rispetto per la tradizione, amore profondo per il territorio di Valdobbiadene ed estrema attenzione nella selezione delle uve, ha tramandato un prezioso patrimonio di conoscenze e qualità per nove generazioni. 

Castagnaccio classico alla toscana


Tipico dolce dell’autunno, il castagnaccio è una pastella di farina di castagne e acqua, con varie aromatizzazioni, e cotta al forno. D’origine molto antica, è una ricetta tradizionale di tutte le zone appenniniche, dalla Lunigiana all’Umbria, dove prosperano i boschi di castagni, introdotti in Italia fin dall’antichità

Con la faina di castagne si prepara anche una variante ligure-toscana ancora più povera, cotta sul fuoco come una polenta, e chiamata pattona, ma le consistenza risulta decisamente più gommosa ed elastica. Questa ricetta invece è quella classica con pinoli, uvetta, olio extravergine di oliva e foglie di rosmarino o di alloro. Ci sono poi altre varianti: con scorza di limone o arancia grattugiata, noci o nocciole spezzettate e cosi via. Una variante gourmet è quella con il cioccolato e un’altra, più nutriente con latte e uova, à adatta alla merenda dei bambini. Ultimo, esistono anche preparazioni salate con cipolle, carciofi, finocchi e altre verdure ancora. Ottima, accompagnata da ricotta freschissima e miele di bosco.

Per 6-8 persone

250 g di farina di castagne
30 g di pinoli
50 g di uvetta
2 rametti di rosmarino o foglie d’alloro
olio extravergine di oliva
sale

Mettete a bagno i pinoli in acqua fredda per 20 minuti. Fate ammorbidire l’uvetta in una ciotola con acqua tiepida per 10 minuti.

Versate la farina di castagne setacciata in una ciotola, unite un pizzico di sale, poi incorporate gradualmente 500 ml di acqua tiepida, versandola a filo e mescolando con una frusta, fino a ottenere una pastella densa e priva di grumi. Unite 3-4 cucchiai d’olio, coprite e lasciate riposare per 1 ora.

Foderate uno stampo a cerniera da 24 cm di diametro con un foglio di carta da forno bagnato, strizzato e leggermente unto, oppure utilizzate una teglia rettangolare di circa 25×18 cm.

Versatevi il composto, distribuitevi sopra i pinoli e l’uvetta scolati e asciugati, ciuffi di aghetti di rosmarino o foglie d’alloro e cuocete in forno già caldo a 200 °C per 35-40 minuti, finché la superficie sarà screpolata. Servite il castagnaccio tiepido o a temperatura ambiente.