Giardiniera-dell'orto-ricetta-parliamo-di-cucina

La giardiniera di verdure marinate senza cottura è una specialità deliziosa, una ricetta antica che prevede di preparare le verdure con una marinata semplice e tutta a crudo: un classico che si ispira alle ricette della nonna e ritrova un sapore intenso e fragrante. Una ricetta facilissima che permette di ottenere verdure sempre croccanti, colorate e molto saporite. 

Un contorno insolito

Dopo la preparazione della giardiniera, non gettare via l’aceto della marinata: arricchito dagli aromi delle verdure sarà ottimo per condire le insalate. La giardiniera si usa per accompagnare antipasti di salumi o formaggi, come contorno di carni bollite o arrosto, ma può diventare anche un ottimo regalo da portare per un pranzo da amici gourmet.

Ricetta della giardiniera di verdure marinate senza cottura

Per circa 4 vasetti da 300 ml

1 kg di verdure miste fresche, come cavolfiore, fagiolini, carote, sedano, finocchi, zucchine, peperoni, ecc.

20 g di sale grosso (2 cucchiai)

10 g di zucchero (1 cucchiaio)

400 ml di aceto di vino bianco

250 ml di vino bianco secco

foglie d’alloro

pepe nero in grani

chiodi di garofano (facoltativi)

olio extravergine di oliva

Preparazione 1 h + riposo

Elimina picciolo, semi e nervature bianche dei peperoni e tagliali a falde di circa 3 cm di larghezza. Taglia le barbe dei finocchi e dividili a spicchi. Elimina base, coste esterne e filamenti al sedano e taglialo a bastoncini. Spunta fagiolini e carote.

Elimina la pelle delle carote con il pelapatate e tagliale a bastoncini. Taglia i fagiolini a metà. Elimina il torsolo del cavolfiore e ricava le rosette. Lava bene tutte le verdure e mettile ad asciugare su carta assorbente, finché saranno asciutti.

Trasferisci le verdure in una ciotola ampia, aggiungi il sale grosso e lo zucchero, mescola, copri con un foglio di pellicola e mettile in frigorifero a riposare per 24 ore. Sgocciola le verdure dalla prima marinata, poi irrorale con un bicchiere di vino bianco freddo e 2 bicchieri di aceto bianco, sempre freddo. Copri e lascia riposare le verdure in frigorifero ancora per 24 ore.

Sgocciola infine le verdure dalla seconda marinata, suddividile in vasetti di vetro da conserva sterilizzati, aggiungendo foglie d’alloro, chiodi di garofano e bacche di pepe a piacere, poi versa abbondante olio fino a coprirle completamente e chiudi con i coperchi.

Lascia riposare i frigorifero la giardiniera ancora per 24 ore prima di utilizzarla, poi conservala sempre in frigorifero e consumala entro 10-15 giorni, ricordando di toglierla dal frigorifero almeno 1 ora prima di servirla.

Ti potrebbe interessare anche:

Carpaccio di zucchine al limone con feta e pistacchi

Caponata di melanzane

Bagna cauda alla piemontese