Cozze gratinate al profumo di limone e pepe

Cozze-gratinate-al-profumo-di-limone-e-pepe-ricetta-parliamo-di-cucina

Le cozze gratinate al profumo di limone e pepe sono un antipasto goloso, perfetto da servire anche come finger food con un bicchiere di vino bianco ghiacciato

Le cozze gratinate possono anche essere gustate come portata durante un pranzo tutto a base di pesce: la scorza di limone aggiunge un inedito tocco di grande raffinatezza. Questa ricetta delle cozze gratinate è semplicissima e permette di preparare le cozze gratinate con ampio anticipo e scaldarle passandole sotto il grill al momento di servire. Le cozze sono disponibili tutto l’anno, ma la stagione migliore per consumarle va da maggio a settembre.

Per 4 persone

1,5 kg di cozze grandi freschissime

2 spicchi d’aglio

100 ml di vino bianco secco

4 fette di pan carré

1 limone non trattato

2 cucchiai di grana padano grattugiato

1 ciuffo di prezzemolo

olio extravergine di oliva

sale e pepe

Grattate con una paglietta nuova le cozze sotto acqua corrente. Eliminate quelle che hanno il guscio aperto o frantumato e togliete il bisso (il gruppo di filamenti che fuoriesce), strappandolo con le mani. Sciacquate di nuovo le cozze, finché l’acqua rimarrà limpida.

Mettete su fuoco vivace un’ampia casseruola con gli spicchi d’aglio spellati e 3-4 gambi di prezzemolo. Quando sarà ben calda aggiungete le cozze e subito dopo irrorate con il vino bianco. Coprite e cuocete per 4 minuti, finché le cozze inizieranno ad aprirsi; spegnete e lasciatele riposare nella casseruola con il coperchio ancora per 1 minuto. Eliminate quelle rimaste chiuse, quindi sgocciolate le altre con il mestolo forato e trasferitele in un piatto da portata.

Sbriciolate le fette di pan carré nel mixer e tostate il composto ottenuto in un padellino antiaderente, mescolando finché sarà dorato. Lasciatelo raffreddare, poi mettetelo in una ciotola, unite il formaggio, la scorza del limone grattugiata, le foglie del prezzemolo pulite e tritate, un pizzico di sale e un’abbondante macinata di pepe. Private le cozze delle mezze valve vuote e spolverizzate quelle con i molluschi con un po’ di ripieno.

Disponete le cozze sulla placca foderata con un foglio di carta da forno bagnata e strizzata, irroratele con pochissimo olio, disponete la placca sotto il grill a 10-15 cm dalla resistenza e cuocetele alla massima potenza per circa 3-4 minuti, poi servitele tiepide.

(immagine:chinoischezmoi.blogspot.com)

Sedanini di pasta di riso con cacio, pepe e limone

Sedanini-di-pasta-di-riso

La pasta cacio e pepe è un primo classico e saporito della cucina romanesca, che si prepara in pochi minuti: sembra facilissima, ma per chi non ha la manualità, il rischio è che la salsa di formaggio quando viene fatta saltare in padella impazzisca e coaguli.

Questa ricetta invece è un’interpretazione attualizzata e moderna dello chef Davide Oldani, creata in esclusiva per Viazzo, che produce Riso di Pasta, una gamma di pasta di riso. L’amido di mais aggiunto al latte lo rende stabile e leggero e impedisce ai formaggi di cagliare. In più, c’è la nota aromatica della scorza di limone.

Per 4 persone

320 g di sedanini di Riso di Pasta Viazzo, oppure di farina di frumento

200 ml di latte fresco intero

1 cucchiaino di amido di mais (Maizena)

70 g di grana padano stagionato grattugiato

50 g di pecorino semistagionato grattugiato

scorza di limone non trattato

pepe

Portate al limite dell’ebollizione il latte in un pentolino, aggiungete la maizena diluita con 2 cucchiaini di acqua fredda, spegnete e togliete dal fuoco. Incorporate a pioggia il grana padano e il pecorino, mescolando rapidamente con la frusta.

Frullate con ilmixer a immersione e filtrate la salsa attraverso un colino. Quindi regolate di sale e tenete in caldo.

Intanto, cuocete la pasta di riso in abbondante acqua bollente salata per il tempo indicato sulla confezione. Sgocciolateli ben al dente, versateli in una ciotola e conditeli con la salsa al formaggio preparata.

Suddividete la pasta di riso nei piatti, aggiungete la scorza di limone grattugiata, spolverizzate con abbondante pepe nero pestato grossolanamente nel mortaio e servite subito.