Capesante gratinate alla veneziana

Capesante-gratinate-alla-veneziana-ricetta-parliamo-di-cucina

Le capesante gratinate sono un classico della cucina francese dove si consumano in particolare nel periodo natalizio, la loro stagione. Sono chiamate coquilles Saint-Jacques o pellegrine, perché i fedeli che visitavano il santuario di Santiago de Compostela in Portogallo le raccoglievano sulla spiaggia della città e le legavano ai bastoni, come prova dell’avvenuto pellegrinaggio.

 

Anche in Italia, le capesante sono molto diffuse e vengono generalmente vendute in pescheria già aperte e pulite, anche per conservarle più a lungo. Se invece le acquistate intatte appena pescate, per aprirle inserite la punta di un coltellino tra le due valve della conchiglia e fatelo scorrere. Aprite ed eliminate la valva piatta, passate la lama sotto il mollusco, staccate la noce (la parte bianca) e il corallo (la mezzaluna color arancio) ed eliminate l’eventuale parte filamentosa color nocciola. Questa ricetta delle capesante gratinate è tipica italiana, di Venezia in particolare, dove viene preparata con le capesante pescate fresche nel mare Adriatico. La dose di 2 molluschi a testa è per preparare un antipasto, se invece volete servire le capesante gratinate come secondo, raddoppiate o triplicate le quantità.

 

Per 4 persone

8 capesante con la conchiglia

1/2 spicchio d’aglio

80 g di pangrattato

40 g di grana padano grattugiato

1 ciuffo di prezzemolo

olio extravergine di oliva

sale e pepe

 

  1. Lavate bene le conchiglie sotto un getto di acqua fredda corrente, spazzolandole con una spazzola a setole dure, poi asciugatele. Sciacquate accuratamente anche i molluschi e metteteli ad asciugare su fogli di carta assorbente da cucina sovrapposti.
  2. Ricavate le foglie di prezzemolo, sciacquatele, asciugatele poi tritatele insieme al 1/2 spicchio d’aglio spellato; se amate i sapori intensi, utilizzate pure lo spicchio intero. Versate il trito in una ciotola, unite il pangrattato, il grana padano grattugiato, sale e pepe e mescolate bene. Mettete un po’ di composto all’interno di 4 valve, distribuite 2 noci e 2 coralli per ciascuna conchiglia, poi aggiungete il composto di pangrattato rimasto e irrorate con un filo di olio extravergine.
  3. Disponete le conchiglie su una placca foderata con un foglio di carta da forno o di alluminio e cuocetele in forno già caldo a 180°C per 15-20 minuti, finché la superficie sarà dorata. Servite le capesante gratinate alla veneziana appena tolte dal forno.

 

 

(immagine:recettes-minceur.maigrir2000.com)

Cozze gratinate al profumo di limone e pepe

Cozze-gratinate-al-profumo-di-limone-e-pepe-ricetta-parliamo-di-cucina

Le cozze gratinate al profumo di limone e pepe sono un antipasto goloso, perfetto da offrire come finger food con un bicchiere di vino bianco gelato.

 

Le cozze gratinate possono anche essere gustate come portata durante un pranzo tutto a base di pesce: la scorza di limone aggiunge un inedito tocco di grande raffinatezza. Questa ricetta delle cozze gratinate è semplicissima e permette di preparare le cozze gratinate con ampio anticipo e scaldarle passandole sotto il grill al momento di servire. Le cozze sono disponibili tutto l’anno, ma la stagione migliore per consumarle va da maggio a settembre.

 

Per 4 persone

1,5 kg di cozze grandi freschissime

3 spicchi d’aglio + 1/2 bicchiere di vino bianco secco

4 fette di pan carré + 1 limone non trattato

2 cucchiai di grana padano grattugiato

1 ciuffo di prezzemolo

olio extravergine di oliva

sale e pepe

 

1. Lavate e spazzolate con una paglietta nuova e pulita le cozze sotto un getto di acqua corrente. Eliminate quelle che hanno il guscio aperto o frantumato e togliete il bisso (il gruppo di filamenti che fuoriesce), strappandolo con le mani. Sciacquate di nuovo le cozze, finché l’acqua rimarrà limpida.

2. Mettete su fuoco vivace un’ampia casseruola con 2 spicchi d’aglio spellati. Quando sarà ben calda aggiungete le cozze e subito dopo irrorate con il vino bianco. Chiudete con il coperchio e cuocetele per 3-4 minuti, finché le cozze inizieranno ad aprirsi; spegnete e lasciatele nella casseruola coperte ancora per 1 minuto. Eliminate quelle rimaste chiuse, quindi sgocciolate le altre con un mestolo forato e trasferitele in un piatto da portata.

3. Sbriciolate le fette di pan carré nel mixer e tostate il composto ottenuto in un padellino antiaderente, mescolando finché sarà dorato. Lasciatelo raffreddare, poi mettetelo in una ciotola, unite il formaggio, la scorza del limone grattugiata, le foglie del prezzemolo pulite e tritate con lo spicchio d’aglio rimasto (metà se volete un gusto più delicato), sale e un’abbondante macinata di pepe. Private le cozze delle mezze valve vuote e farcite quelle con i molluschi con il ripieno. Disponetele in una placca foderata con un foglio di carta da forno bagnata e strizzata, irrorate con un filo d’olio, disponete la placca sotto il grill a 10-15 cm dalla resistenza e cuocetele per circa 3-4 minuti, poi servite subito le cozze gratinate.

 

 

(immagine:chinoischezmoi.blogspot.com)