Costine di maiale alla griglia con salsa barbecue

Costine-di-maiale-con-salsa-barbecue

Grigliata in compagnia di amici: le costine di maiale con la salsa barbecue fatta in casa sono una golosità spettacolare

 

Le costine, chiamate anche puntine secondo gli usi regionali, sono le punte delle costole del maiale. Di solito sono poco carnose e hanno molta cartilagine, per questo sono sempre state considerate un taglio di seconda scelta, molto usato però nella cucina popolare, perché saporitissimo. La salsa barbecue, nota anche come BBQ Sauce, è di origine americana ma è ormai diventata un classico internazionale. Se ne trovano numerose versioni con sapori e aromi che spaziano dall’agrodolce all’affumicato, al piccante. In alternativa alla salsa barbecue, potete marinare le puntine con un mix di miele, aglio tritato, peperoncino e salsa di soia per almeno un’ora. Sgocciolate le costine, ungetele d’olio e cuocetele a lungo, girandole spesso, perché la carne di maiale deve essere ben cotta.

 

Per 2 persone:

1,2 kg di costine di maiale

1 cipolla

1 spicchio d’aglio

1 dl di birra

80 g di concentrato di pomodoro

2 cucchiai di aceto di mele

1 cucchiaio di salsa Worcester

1 cucchiaino di senape

1 rametto di rosmarino

2 cucchiai di miele

4-5 gocce di Tabasco

20 g di burro

olio extravergine di oliva

sale e pepe

 

1. Spellate la cipolla, tritatela finemente e fatela appassire a fiamma bassa in una casseruola con il burro, 2 cucchiai d’olio e 2 di acqua per 5-6 minuti, mescolando di tanto in tanto, finché sarà morbida. Aggiungete il concentrato di pomodoro, la birra, l’aceto di mele, la salsa Worcester, gli aghetti di rosmarino e lo spicchio d’aglio tritati insieme, il miele e la senape. Mescolate e proseguite la cottura per circa 20 minuti.

2 Regolate di sale e pepe, aggiungete il Tabasco e frullate con il mixer a immersione. Lavate intanto le costine di maiale e asciugatele, tamponandole con carta assorbente da cucina. Spennellatele in modo uniforme con la salsa barbecue preparata, disponetele in un piatto, coprite con pellicola e mettetele in frigorifero a riposare per almeno 1 ora, meglio ancora se per 3-4 ore.

3. Scaldate bene la griglia e cuocete le costine per 30-35 minuti a fiamma medio-bassa, girandole spesso. Salate, pepate e spennellatele con altra salsa, poi servite subito le costine di maiale, accompagnandole con insalata mista verde, cipolle rosse tagliate a rondelle sottili, pomodori e, a piacere, patatine fritte.

 

(immagine:glutenfreefoodbudget.com)

Pollo alla griglia con erbe e limone

pollo alla griglia

Il pollo alla griglia con erbe e limone è una ricetta semplice e profumata che mette in risalto la bontà della carne di pollo.

 

Per il pollo alla griglia scegliete se possibile un pollo italiano, allevato all’aperto e libero di razzolare. Meglio ancora se è biologico, perché allevato nel rispetto del benessere dell’animale e dell’ambiente, che conferisce carni molto più saporite e mai stoppose. Inoltre, è stato calcolato che l’impatto ambientale delle carni avicole è dieci volte inferiore rispetto a quelle di manzo. Accompagnate il pollo alla griglia con erbe e limone con insalata verde e patate novelle.

 

Per 4 persone

1 pollo da circa 1,2 kg, già pulito

3 spicchi d’aglio

2 limoni

2 rametti di timo

2 rametti di maggiorana

2 rametti di rosmarino

olio extravergine di oliva

sale e pepe

 

1. Per la marinata, spellate gli spicchi d’aglio e tagliateli a fettine, unite le erbe aromatiche, pulite e tritate insieme, 2 cucchiai di olio, un’abbondante macinata di pepe, il succo di 1 limone e il limone rimasto tagliato a fettine.

2. Lavate il pollo e asciugatelo con carta assorbente da cucina. Apritelo lungo il petto con un coltello dalla lama ben affilata, poi praticate tante incisioni parallele nella carne delle cosce. Immergetelo nella marinata, massaggiatelo per qualche istante, coprite con un foglio di pellicola e lasciatelo insaporire per almeno 6 ore nel frigorifero, girandolo almeno 2-3 volte.

3. Sgocciolate il pollo dalla marinata e asciugatelo con carta assorbente. Massaggiatelo con 1 cucchiaio di olio e 1 pizzico di sale e trasferitelo sulla griglia ben calda. Se lo possedete, utilizzate il barbecue, disponendo il pollo lontano dalle braci, con la parte della pelle rivolta verso il basso. Mettete il coperchio e cuocete per 55 minuti. Girate il pollo e proseguite la cottura per altri 25 minuti circa, spennellandolo di tanto in tanto con un rametto di rosmarino intinto nella marinata. Toglietelo dalla griglia quando la pelle sarà croccante e dorata, tagliatelo a pezzi e servite subito il pollo alla griglia con erbe e limone.

 

 

(immagine:eatandrelish.com)

Salmone alla griglia con avocado e salsa al lime

Salmone-alla-griglia-con-avocado-e-salsa-al-lime-ricetta-parliamo-di-cucina

 

Facilissimo da preparare, il salmone alla griglia è un secondo chic, pronto in pochi minuti. La ricetta è molto gustosa e adatta a tutte le stagioni, anche se l’avocado è migliore in inverno, quando matura

 

A piacere, potete anche aggiungere al salmone alla griglia un pizzico di altre spezie, come cumino o paprika in polvere. Il coriandolo non a tutti piace: sostituitelo con prezzemolo oppure erba cipollina o aneto. Servite  il salmone alla griglia con patate lessate o crostini di pane grigliati.

 

Per 4 persone

4 tranci di filetto di salmone di circa 150 g ciascuno

2 avocado maturi

2 lime o 2 limoni

1 cipolla rossa piccola, tipo Tropea

1 peperoncino rosso piccante fresco

1 falda di peperone giallo grigliato al naturale

1 ciuffo di coriandolo o di prezzemolo

olio extravergine di oliva

sale e pepe

 

1. Incidete i 2 avocado tutt’intorno con un coltello, ruotateli per separarli a metà, eliminate i noccioli e la buccia, tagliateli a fette sottili, in senso verticale, e irrorateli con il succo di 1/2 lime. Spuntate la cipolla, spellatela e tagliatela a fettine sottili. Eliminate il picciolo e i semi del peperoncino e tritatelo insieme con la falda di peperone al naturale. Lavate, asciugate e tritate le foglie di coriandolo. Riunite cipolla, peperoni e coriandolo in una ciotola, irrorate con il succo dei lime rimasti, unite 6 cucchiai di olio, sale e pepe e mescolate bene.

1. Indossate un paio di guanti in lattice usa e getta, sciacquate i tranci di salmone sotto acqua fredda corrente e asciugateli con abbondante carta da assorbente da cucina. Tastate delicatamente il salmone per verificare se è rimasta qualche lisca ed eliminatela, usando una pinzetta. Se preferite, eliminate anche la pelle utilizzando un coltello con lama lunga e flessibile.

3. Scaldate una griglia o un’ampia padella antiaderente a fiamma media e spolverizzatela con sale fino. Adagiatevi i filetti con la parte della pelle verso il basso (se non l’avete eliminata) e cuocete il salmone alla griglia per circa 4-5 minuti per parte, secondo se vi piace più o meno rosato. Trasferite i filetti di salmone alla griglia nei piatti, suddividetevi sopra le fettine di avocado e irrorate con la salsina preparata.

 

 

(immagine:laylita.com)