Torta Paradiso di Petronilla

Torta-Paradiso-di-Petronilla

La torta paradiso è un classico della pasticceria di tradizione di una volta, ma la consistenza leggerissima e aerea, la friabilità e la fragranza che la caratterizzano sono sempre attuali.

Facile e veloce da preparare, la torta paradiso è perfetta da offrire con una tazza di tè o per la prima colazione. Se volete, potete anche cuocere il composto dentro pirottini di carta da muffin: in questo caso riducete a circa 20-25 minuti il tempo di cottura. Questa ricetta della torta paradiso, con qualche piccola variazione nella formula che l’ha resa più adatta al gusto contemporaneo, è tratta da uno dei grandi libri della cucina italiana degli anni 30: Ricette di Petronilla.

Per 6-8 persone

200 g di amido di mais (Maizena) o di fecola

200 g di burro

200 g di zucchero

3 uova

1/2 baccello di vaniglia

zucchero a velo

sale

Incidete il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza, ricavate la polpa con i semini e mettetela in una ciotola. Unite i tuorli e montateli con lo zucchero e un pizzico di sale con la frusta elettrica per almeno 5-6 minuti, finché saranno ben gonfi e spumosi. Unite l’amido di mais setacciato, il burro fuso, la scorza del limone grattugiata e mescolate delicatamente.

Montate a neve gli albumi con 2-3 gocce di succo di limone e incorporateli al composto preparato, poco per volta, con un movimento delicato dal basso verso l’alto per non smontarli.

Versate il composto in uno stampo a cerniera di 20-22 cm di diametro, imburrato e spolverizzato con amido di mais o foderato con un foglio di carta da forno bagnato e strizzato, e cuocete il dolce in forno già caldo a 180 °C per circa 30-35 minuti, senza far dorare troppo la superficie.

Lasciate raffreddare completamente e riposare per alcune ore. Servite la torta paradiso spolverizzata con abbondante zucchero a velo.