Fusilli con salsiccia e robiola di Roccaverano

fusilli-con-salsiccia

I fusilli con salsiccia e robiola di Roccaverano sono una ricetta saporita e golosa, ispirata a un’idea dello chef Diego Bongiovanni per la linea di pasta senza glutine, DS-Gluten Free

 

La robiola di Roccaverano è un formaggio dop, presidio Slow Food, ha sapore delicato ed è l’unico che può essere realizzato con latte vaccino, ovino e caprino. Tipico delle Langhe orientali, è privo di crosta, ha pasta cruda e bianca, morbida e spalmabile, con fermenti lattici vivi. Ha aroma delicato e gusto leggermente acidulo. Se cucinate per celiaci fate attenzione a scegliere anche la salsiccia priva di glutine. A piacere, usate anche altri formati di pasta.

 

 

Per 4 persone

300 g di fusilli DS-Gluten Free

200 g di robiola di Roccaverano oppure di formaggino di capra semistagionato

100 g di salsiccia senza glutine

1 cipolla piccola

20 g di burro

1 rametto di rosmarino

sale e pepe

 

1. Spellate la cipolla, tritatela e fatela appassire in una padella ampia con il burro e 1 cucchiaio d’acqua a fiamma bassa, finché sarà trasparente. Spellate e sbriciolate la salsiccia e unitela nella padella, proseguendo la cottura a fiamma media per 5-6 minuti.

2. Aggiungete la robiola di Roccaverano, privata della crosta e tagliata a fettine sottili, il rosmarino tritato e fatela fondere a fiamma molto dolce. Intanto, portate a ebollizione abbondante acqua in una pentola, salatela e cuocete la pasta al dente.

3. Sgocciolate i fusilli, tenendo da parte 3-4 cucchiai di acqua di cottura, aggiungeteli nella padella con il condimento preparato, unite l’acqua messa da parte e fate insaporire mescolando per alcuni istanti, finché il fondo sarà cremoso. Regolate di sale e pepe e servite i fusilli con salsiccia spolverizzando con un’abbondante grattugiata di pepe.

Crema di robiola ai carciofi e salmone

Crema-di-robiola-ai-carciofi-e-salmone-ricetta-parliamo-di-cucina

Ecco un delizioso antipasto per iniziare un pranzo di pesce o anche un’idea da servire come finger food con l’aperitivo prima di sedere a tavola. La crema di robiola ai carciofi con fettine di salmone affumicato è una ricetta facilissima e scenografica.

 

Tante anche le varianti per la crema di robiola: con morbidissimo mascarpone al posto della robiola e con fettine di bresaola al posto del salmone, se non amate il pesce. A piacere, potete spolverizzare con foglioline di aneto o steli di erba cipollina tagliuzzati con le forbici.

 

Per 4 persone

200 g di robiola freschissima

200 g di carciofi sott’olio + 4 mezzi carciofi sott’olio per decorare

1 limone verde o giallo non trattato

2 fette di salmone affumicato

zucchero

olio extravergine di oliva

sale e pepe

 

1. Ricavate con un rigalimoni qualche filetto di scorza di limone e tenete da parte per decorare. Grattugiate il resto della scorza e mettetelo nel recipiente del mixer, poi unite i carciofi sgocciolati e tagliati a pezzetti, il succo del limone, 2 cucchiai di olio, un pizzico di zucchero, abbondante pepe macinato grossolanamente e frullate fino a ottenere un composto omogeneo.

2. Disponete la robiola in una ciotola, unite il composto di carciofi preparato, mescolate bene per amalgamare, poi regolate di sale e pepe. Suddividete la crema di robiola nelle ciotoline, aggiungete i mezzi carciofi ben sgocciolati e le fette di salmone tagliate a striscioline. Irrorate con qualche goccia di succo di limone, decorate la crema di robiola con i filetti di scorza e servite.

 

 

(immagine:leblogpournoel.com)