La caccia alle balene è illegale anche a Tokyo

baleneL’Aja ordina lo stop al Giappone e chiude con il pretesto della finalità scientifica

La Corte internazionale di giustizia de L’Aja chiude il contenzioso ultradecennale con il Paese del Sol Levante che ha sempre difeso una tradizione secolare  nazionale con la scusa delle finalità scientifiche. La  della caccia alla balena era già entrata in crisi a causa dell’inquinamento da mercurio, tanto che nel 2013 ben 6000 tonnellate sono andate sprecate. E comunque, la Cig ha disposto definitivamente la sospensione della pesca dei cetacei per fini di studio sostenuta da Tokyo dal 1988 (data in cui la caccia alle balene è stata dichiarata illegale).

Tokyo si è sempre arroccata sul consumo della carne di questi cetacei in quanto pratica tradizionale nazionale giapponese su cui gli stranieri non dovrebbero pronunciarsi. Ma le balene sono patrimonio faunistico dell’umanità e al mare, da Fukushima in poi, il Giappone ha già fatto abbastanza danni, anche se non ancora quantitativamente e qualitativamente misurabili perché anche l’estremo riserb in merito pare essere un’altrettanto deprecabile tradizione locale.

Eppure i giapponesi stessi sembrano ormai diffidare del consumo di questo piatto. Come i pesci di grandi dimensioni, anche la balena accumula nelle molecole grasse del suo corpo enorme tutti i veleni che oggi si trovano nel mare, in particolare i metalli pesanti, tanto che lo scorso anno il Giappone aveva giacenti in magazzino 6000 tonnellate di carne di balena per sospetto inquinamento da mercurio. Abbastanza per i vetrini delle sedicenti ricerche scientifiche, ma anche per far arrabbiare i genitori giapponesi perché ai pasti scolastici dei bambini nelle mense nazionali, la carne di balena viene aggiunta per cercare di liberare un po’ i depositi strapieni.

Il costo di immagine ed economico di questa operazione è talmente fallimentare da costituire la migliore speranza che Tokyo colga al balzo il divieto di continuare con questa caccia e metta finalmente a riposo Akab San (ovvero il signor capitano Akab celebrato da Melville).

 

 

 

La caccia alle balene è illegale anche a Tokyo ultima modidfica: 2014-04-02T17:09:44+00:00 da Antonella Danioni Cicalo'