Dolci alternative: la Stevia

steviaUna pianta preziosa entra a pieno titolo nelle nostre cucine

La Stevia rebaudiana, questo è il suo nome scientifico, è una piccola pianta erbaceo-arbustiva perenne, originaria delle montagne fra il Brasile e il Paraguay. Si adatta al terreno smosso e lavorato più che al prato e richiede un’esposizione soleggiata, ma vegeta bene anche in posizione semiombreggiata. In caso di clima molto freddo può essere ovviamente ricoverata in serra, riportandola all’aperto dopo le ultime gelate primaverili. Detto questo la Stevia, dopo anni di perplessità, viene oggi assaiconsiderata per le sue straordinarie proprietà dolcificanti (uso già noto alle popolazioni indigene sudamericane insieme ad altri di farmacia popolare).

Le foglie disidratate infatti hanno un potere dolcificante da 150 a 250 volte il comune zucchero. Contrariamente a quest’ultimo però i principi attivi non hanno alcun potere nutrizionale (zero calorie) e sono relativamente stabili nel tempo e alle alte temperature, per cui conservano perfettamente le loro caratteristiche anche in prodotti da forno o in bevande calde, diversamente da altri dolcificanti di sintesi, come l’aspartame che invece si degrada. Dopo alcune perplessità sui componenti (il principio attivo è lo steviolo per cui è fissata una dose massima giornaliera di 2 mg/kg peso corporeo) dal 2012 anche l’autorità europea per la sicurezza alimentare ne ha autorizzato la produzione e la vendita. La si trova quindi nei supermercati in compresse o in polvere, ma può essere coltivata su terrazzi e balconi usando le foglioline per dolcificare le bevande.

La Stevia insomma è un dolcificante naturale “emergente” che potrà entrare a pieno titolo nelle nostre abitudini alimentari che spesso prevedono un eccessivo consumo di zucchero bianco raffinato.

 

Dolci alternative: la Stevia ultima modidfica: 2013-10-17T11:04:09+00:00 da AC