Il pompelmo tra dolce e salato

pompelmo-parliamo-di-cucina

 

Il pompelmo è un frutto originario dell’estremo Oriente, voluminoso e di forma globosa, che ha il pregio di essere privo di semi

 

Due le varietà più diffuse: giallo, molto ricco di vitamina C e con proprietà digestive antisettiche, toniche e diuretiche. La variante rossa o rosata è invece più dolce e contiene anche vitamina A e sostanze anti invecchiamento.

Acquistatelo con la buccia tesa, lucida e brillante, dalla consistenza soda e priva di grinze o macchie scure. Scegliete i frutti che danno la sensazione di essere molto pesanti rispetto al loro volume: è indice di una polpa particolarmente ricca di succo.

Consumatelo preferibilmente al naturale, tagliato a metà ed estratto con l’apposito coltello. Un bicchiere di spremuta fresca è un ottimo inizio per la prima colazione: ricordate però che il pompelmo non ha proprietà dimagranti, ma nelle diete viene preferito e associato ad altri alimenti perché contiene pochi zuccheri e fornisce scarse calorie. Per la sua acidità è però controindicato per chi soffre di stomaco.

Il pompelmi sono ottimi nelle insalate e nei cocktail di frutta, e hanno un sapore da sperimentare con ricette insolite: per il suo gusto leggermente amarognolo, viene utilizzato anche come accompagnamento per molti piatti salati a base di carne, crostacei o salmone affumicato e salumi. Calssico anche l’antipasto estivo all’americana estivo: spicchi tagliati al vivo disposti in una ciotola con cubetti di ghiaccio e irrorati con vodka o gin.

Per servirlo, tagliate il frutto a metà, poi incidete la polpa con l’apposito coltellino ricurvo con i bordi seghettati, inserendolo tra la polpa e la buccia seguendo la curvatura, poi staccate gli spicchi dalla membrana. Se volete, potete anche spellarlo al vivo: eliminate le calotte alle estremità, mantengo il pompelmo in posizione verticale, e tagliate la buccia in profondità con un coltellino, arrivando alla polpa viva. Infilate la lama fra la polpa e la pellicina di ciascun spicchio e, spingendolo verso l’alto, staccatelo dalla membrana che lo riveste.

 

Il pompelmo tra dolce e salato ultima modidfica: 2014-01-14T14:36:04+00:00 da Marilena Bergamaschi