Showcooking in laguna

Showcooking-whirlpool-parliamo-di-cucina

Presentata a Venezia nella strepitosa cornice dell’Hilton Molino Stucky Venice la nuova Showcooking di Whirlpool. Una vera e propria installazione di alto design che diventa espressione delle nuove tendenze e dei tempi che cambiano.

 

Un simbolo mette in scena il sodalizio perfetto tra l’azienda di elettrodomestici e la città di Venezia, da cui trae ispirazione rappresentandone gli elementi caratteristici. Imponente e centrale, il tavolo rettangolare, intramontabile simbolo della socialità e convivialità, contiene gli elementi vitali tipici della città lagunare: una vasca d’acqua posta al centro favorisce l’interazione tra i commensali, ispirandosi all’acqua che scorre nei canali veneziani mettendo in contatto persone e luoghi diversi. Sul tavolo inoltre sono presenti otto segnaposti realizzati in vetro di Murano, omaggio al tocco creativo, alla vitalità e al saper fare dei veneziani.

Sempre in onore della città, sullo sfondo della Showcooking è rappresentato un suggestivo canneto, fonte di vita e ed energia per Venezia, realizzato attraverso coreografiche illuminazioni a led. L’installazione è resa ancora più spettacolare attraverso un gioco di luci e tonalità cromatiche gestito attraverso un sistema tecnologico che rende ancora più piacevole l’esperienza gastronomica all’insegna della socializzazione. Il colore, espressione di vitalità, ha un ruolo determinante nel trasmettere emozioni e sensazioni attraverso le ricette e creare l’atmosfera domestica ideale per celebrare la nuova convivialità.

Il tema “Life in touch”, che definisce la nuova collezione di Whirlpool 2014, sarà il fil rouge per esprimere l’ideale di vita moderno, vivace e sempre “in con-tatto”. In luoghi e spazi che spesso perdono la loro originaria connotazione e destinazione, emerge il bisogno di rimanere connessi o di ritrovare sempre la relazione con tutti gli aspetti della nostra vita, a partire dalla casa verso il mondo esterno ma anche viceversa. “Life in touch” esprime sia il tocco tecnologico nella nuova era della connettività che è rappresentato dalla richiesta di elettrodomestici e device sempre più interconnessi e dalla facile interazione, sia il tocco umano che caratterizza i nuovi stili di vita e si traduce nel desiderio di socializzazione e condivisione, non solo nella dimensione domestica.

La Showcooking di Whirlpool a partire da maggio 2014 avrà una collocazione permanente all’interno dell’Hilton Molino Stucky Venice e si trasformerà in uno spettacolare palcoscenico culinario aperto al pubblico in onore della storica Super Pasta Stucky, piatto base della dieta mediterranea, la cui farina veniva prodotta all’interno dell’antico mulino. Paradiso per tutti i foodies, la Showcooking diventerà un simbolo del social food, all’insegna della condivisione e della passione per la grande cucina tradizione italiana.

 

Longevità in Laguna

Tre età dell'uomo GiorgioneAltro che morte a Venezia. Nella città lagunare si sono dati convegno scienziati di fama internazionale per parlare di longevità

È stata dedicata ai segreti della longevità la nona edizione della Conferenza mondiale The Future of Science organizzata a Venezia qualche giorno fa dalla Fondazione Veronesi, in collaborazione con le fondazioni Giorgio Cini e Silvio Tronchetti Provera. L’occasione ha dato modo di mettere a confronto a livello internazionale grandi biologi, genetisti, biochimici, neurologi, antropologi, psicologi e sociologi. Il tema interessa tutti: l’invecchiamento e i modi per rallentarlo, migliorando la qualità della nostra vita di fronte all’avanzare degli anni.

È nota la posizione di Umberto Veronesi, noto vegetariano, che infatti ritiene che l’alimentazione sia un fattore determinante nella prevenzione di molte malattie degenerative che compromettono la longevità e lo stato di salute in generale. Altro importante fattore per aggiungere vita agli anni (invecchiando cioè bene) sono i fattori neurologici e cognitivi. A questo proposito, fra i tanti intervenuti, anche Howard Friedman, padre della teoria comportamentale della longevità, che sostiene che oltre al Dna e a quello che mangiamo o respiriamo, anche il modo in cui esercitiamo le nostre funzioni cognitive e l’esposizione allo stress condizionano il nostro invecchiamento.

Dell’interazione tra fattori genetici, ambientali e comportamentali e della capacità delle cellule nervose di non invecchiare – a differenza di tutte le altre cellule dell’organismo – si è discusso a lungo, anche per le possibilità di modificarne le funzioni tenendole in allenamento.

Anche le vaste conseguenze economiche legate al progressivo aumento dell’età media sono state prese in esame sotto il profilo demografico, finanziario e sociale.

Ogni cambiamento che via via si presenta con l’avanzare della vita comporta infatti nuove esigenze che vanno soddisfatte con il concorso di tutti. E se il patrimonio genetico sfugge al nostro controllo, per alimentazione, ambiente e stile di vita invece possiamo fare molto usando semplicemente moderazione, buon senso e informazione critica su quello che mangiamo e respiriamo.

(Nell’immagine: Le tre età dell’uomo, Giorgione, Olio su tela (1500-1501). Gallerie palatine, Firenze)

 

Venezia nel suo piccolo…

Burano-Venissa

Venezia è tra le capitali italiane dei grandi eventi. Ma è anche piccole, preziose altre cose…

70ma Mostra del Cinema, con vittoria a sorpresa del documentario italiano Sacro Gra, vip, red carpet e champagne: fatto.
Biennale Arte con i grandi nomi internazionali: fatto.
Mostra di Leonardo alle Gallerie dell’Accademia con 52 fogli autografi del Genio provenienti da tutta Europa (e di cui abbiamo già ampiamente parlato su questo magazine): fatto.

Venissa - photo Nevio Doz

foto: Nevio Doz

Ma ora che i grandi eventi sono “spuntati” e che le luci del Lido si spengono resta Venezia, con i suoi vicoli, i suoi sempiterni turisti, le sue piazze e i piccoli eventi, quelli dei campielli, delle calle e delle isole.
Nel cuore di Venezia Nativa, l’arcipelago che comprende Burano, Mazzarbo e Torcello, presso l’antica tenuta Venissa, per esempio, si terrà l’inaugurazione della mostra Burano tavolozza policroma sulla Venezia Nativa, che ospiterà il gruppo Pittori Burano: a una personale di Antonio Tagliapietra verranno affiancate, dal 21 settembre, tele di Aldo Voi, Mario e Angelo Molin, importanti esponenti della pittura buranella.

La mostra ha l’obiettivo di incentivare il lavoro di artisti locali, che con le loro vedute e soggetti di persone e luoghi, esprimono il loro punto di vista sul territorio.

Consigliamo la visita non solo come occasione di conoscenza di una contemporanea corrente artistica, ma anche perché dà la possibilità di vedere luoghi suggestivi di Venezia magari un po’ inediti, ma ricchi di fascino, arte e cultura (come si vede bene dalla bella foto di Nevio Doz qui a lato).

14 settembre – 5 ottobre 2013, ore 10,30/12,30 – 16-18 (chiuso il lunedì)

La mostra è organizzata dall’Associazione Auser di Burano, in collaborazione con Venissa.

Per informazioni: Tel. 0415272281, info@venissa.it o sul sito

Leonardo da Vinci: il genio di Venezia

uomo vitruvio

52 preziosissimi fogli escono dal buio assoluto dei caveaux e si mettono in mostra. Ci sarà anche l’uomo di Vitruvio

Dal 29 agosto fino al primo dicembre 2013, le Gallerie dell’Accademia di Venezia ospitano una straordinaria grande rassegna che dopo oltre trent’anni riunisce i disegni più importanti di Leonardo da Vinci: 52 fogli autografi, tra cui il celeberrimo Uomo Vitruviano (icona mondiale riprodotta sull’euro).

Accanto all’intero fondo conservato nella raccolta grafica dell’istituto museale veneziano, saranno esposti altri 27 fogli provenienti dalle maggiori raccolte italiane (Biblioteca Reale di Torino, Uffizi, Galleria Nazionale di Parma) e internazionali (le collezioni Reali di Windsor Castle, l’Ashmolean Museum, il British Museum, il Louvre).

I disegni del fondo veneziano, il più consistente in Italia tra quelli pubblici che custodiscono le opere grafiche di Leonardo, rappresentano un percorso che va dal 1478 al 1516 in tutti i campi esplorati dal genio rinascimentale.

Una sezione della mostra sarà dedicata anche agli studi delle proporzioni e culminerà con l’Uomo Vitruviano, divenuto a simbolo di armonia tra corpo e mente. Accanto saranno allestiti altri due studi: uno proveniente dalle collezioni reali di Windsor e l’altro dalla Biblioteca Reale di Torino. Verrà anche allestito il cosiddetto “foglio tema”, proveniente dalle collezioni reali di Windsor, dove Leonardo disegna contemporaneamente tre specie botaniche, progetti geometrici, ritratti di uomini e nuvole.

lady leonardo

Pointing Lady, conservata nella raccolta Windsor

Di particolare interesse anche le Danzatrici della collezione veneziana, due figure femminili panneggiate che danzano con veli e drappi, e la famosa Pointing Lady di Windsor.

Per documentare Leonardo come grande progettista di armi e ingegnere militare, saranno esposti gli studi dei Carri falcati provenienti da Torino, affiancati da quelli su armi e combattenti delle Gallerie di Venezia e sui Progetti di armi prestati dal Louvre.

Un’occasione irripetibile per ripercorrere dalle radici il nostro Rinascimento e riscoprire la modernità di Leonardo da Vinci che ancora ci sorprende.

 

Leonardo Da Vinci. L’Uomo universale, a cura di Annalisa Perissa Torrini

Gallerie dell’Accademia di Venezia. Tel. 041.5222247-5200345

www.polomuseale.venezia.beniculturali.it