Birra Moretti: bere sostenibile

Bottega Birra Moretti_sera

Birra Moretti porta ad Expo innovazione e sostenibilità a Km Zero. Con un grande padiglione che utilizza impianti d’avanguardia

E’ una grande  bottega di rame e legno il padiglione di Birra Moretti, Official Beer Partner di Expo Milano 2015. La struttura richiama nella forma circolare e nei materiali utilizzati – rame, vetro e legno – il grande tino di rame tradizionalmente impiegato per la produzione della birra e le botti di rovere usate per la successiva fermentazione. Al suo interno è installata una centrale di spillatura con un tank da mille litri, un impianto all’avanguardia che consente di spillare senza l’utilizzo di Co2 aggiunto, quindi le birra è sempre fresca e appena prodotta.

La bottega di Birra Moretti a Expo è intesa come luogo di incontro e confronto, con un grande bancone con le spine al piano terra e una terrazza di 200 metri quadrati al livello superiore dove gustare in relax le Birre Moretti tra cui Le Regionali, novità di stagione: per ogni regione una birra arricchita con un ingrediente tipico come la zagara per la siciliana, la mela renetta per la friulana, il mirtillo della Val Sangone e il riso Sant’Andrea per la piemontese, l’orzo della Maremma per la toscana.

E su tutto una buona novità: la Moretti Baffo d’Oro, la prima birra in Italia interamente prodotta con energia solare attraverso 3 mila 984 pannelli fotovoltaici posti sui tetto dei siti produttivi Heineken di Massafra, vicino a Taranto, e Comun Nuovo, presso Bergamo.

Il pianeta non sarà certo nutrito a birra, ma le innovazioni del Gruppo Heineken per razionalizzare il circuito produttivo con sistemi che riutilizzano le acque di raffreddamento, la produzione di energia solare e la logica di approvvigionamento di Expo 2015 a Km Zero (sono solo 57 i chilometri che separano il sito produttivo di Comun Nuovo da Expo) sono certamente un buon esempio di filiera sostenibile.
http://www.birramoretti.it/

Birra Moretti: bere sostenibile ultima modidfica: 2015-05-15T10:02:40+00:00 da Chiara Fossati