Street Food ed Estathè

Street-Food-parliamo-di-cucina

E’ uscita la seconda edizione della guida “Street Food” del Gambero Rosso, che traccia una mappa completa del nuovo cibo di strada italiano. Da gustare in abbinamento con Estathè, la bevanda leggera e dissetante che si abbina a tutte le ricette.

 

Focacce, panzerotti, porchetta, lampredotto, bombette, piadine, panelle, folpi e così via… Tantissime ghiottonerie di tradizione riscoperte negli ultimi anni e sono la nuova tendenza gastronomica: ricette popolari della cucina povera di una volta, straordinariamente attuali.

E’ uscita la seconda edizione della guida “Street Food” del Gambero Rosso che rende omaggio al nuovo fenomeno di moda che ha rinnovata la tradizione del cibo di strada all’italiana, cercando di fotografarne l’evoluzione: non a caso i food truck, le api itineranti e i mercati del cibo hanno cambiato volto, arricchendosi di nuove creazioni che ripercorrono i sapori veri e autentici delle regioni. Sponsor dell’operazione è Estathè, che si propone con le sue api itineranti, veri punti di ristoro contro il grande caldo.

Dal Piemonte alla Sardegna, si può vedere una fotografia insolita e gustosa di un’Italia autentica custode di sapori che si perdono nella notte dei tempi. Storie intriganti di famiglie che si tramandano i segreti di generazione in generazione ma anche di grandi chef che decidono di aprire succursali itineranti e accessibili delle propri ristoranti più chic. E i protagonisti sono chioschi, botteghe, paninerie e camioncini itineranti.

Sono più di cento i nuovi indirizzi su un totale che supera le 400 segnalazioni, con venti ricette di cibi da strada tradizionali e una dettagliata panoramica dei tanti mercati sparsi sul territorio, vera vetrina dei tantissimi prodotti tipici. Altra novità anche i dolci da passeggio, in primis il gelato.

Ritornano i venti campioni regionali che meglio rappresentano la tradizione della loro regione e la interpretano con formule moderne. Due i premi speciali: il “Panino dell’anno”, omaggio allo spuntino per eccellenza, che è stato assegnato a Generi Alimentari Da Panino per “Lo Speciale”, e “Street Food da Chef”, per la rivisitazione più originale di un piatto tipico dello street food: il premio è andato a Pino Cuttaia del ristorante La Madia di Licata, vicino ad Agrigento, per il suo “Arancino con ragù di triglia e finocchietto selvatico”.

E anche per questa edizione, il compagno di viaggio ideale è sempre Estathè: vero infuso di foglie di tè, realizzato con ingredienti semplici e naturali, dissetante e pratico da bere, che si abbina benissimo ai piatti tipici dello street food italiano ed è ideale da bere in ogni momento della giornata.

Street Food ed Estathè ultima modidfica: 2014-07-08T11:23:54+00:00 da Edoardo Pistoglia