Frittelle di baccalà alle erbe aromatiche

Frittelle-di-baccala-ricetta-parliamo-di-cucina

Fanno venire l’acquolina in bocca solo a guardarle: le frittelle di baccalà alle erbe aromatiche si gustano come delizioso antipasto oppure si servono come secondo di pesce accompagnate da salse e insalata.

Le frittelle di baccalà alle erbe aromatiche sono una ricetta facile e golosa, che si prepara rapidamente: a piacere, potete utilizzare anche filetti di merluzzo, nasello, pescatrice o altro pesce bianco, anche surgelato, e usare prezzemolo, basilico, erba cipollina, timo o altro ancora al posto di finocchietto o aneto. Servite le frittelle di baccalà calde e fragranti accompagnate dalle classiche patatine fritte.

Per 4 persone

500 g di filetti di baccalà già dissalato o altro pesce bianco fresco o surgelato

250 g di farina 00

8 g di lievito in polvere per pizze e torte salate (mezza bustina)

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

20 g di finocchietto o aneto

qualche stelo di erba cipollina

olio di semi di arachidi

sale e pepe

Sciacquate il baccalà dopo l’ammollo, asciugatelo tamponandolo con carta assorbente da cucina ed eliminate la pelle, facendo scorrere la lama di un coltello ben affilato fra pelle e polpa. Tastate i filetti con le dita per individuare le eventuali lische e toglietele con la pinzetta. Tagliate la polpa a tocchetti di 3-4 cm di lato e asciugateli bene con altra carta da cucina.

Setacciate la farina in una ciotola con il lievito, aggiungete un pizzico di sale e una macinata di pepe, il finocchietto o l’aneto tritati (in mancanza, potete usare le barbine fresche del finocchio), l’erba cipollina tagliuzzata con le forbici e l’olio extravergine, poi incorporate a filo circa 200 ml d’acqua ghiacciata, mescolando con una frusta, fino ottenere una pastella omogenea e senza grumi.

Scaldate abbondante olio di semi in una padella a bordi alti. Immergete i tocchetti di baccalà nella pastella, ricoprendoli in modo uniforme, poi tuffateli nell’olio bollente, pochi per volta, e friggeteli a fiamma media per 3-4 minuti, girandoli, finché saranno ben dorati.

Sgocciolate man mano le frittelle di baccalà con il mestolo forato su fogli di carta assorbente sovrapposti . Procedete fino a esaurire gli ingredienti, facendo attenzione a non lasciar mai abbassare la temperatura dell’olio. Spolverizzate le le frittelle di baccalà con un pizzico di sale e servitele subito ben calde.

(immagine:meltyfood.fr)

Crema di baccalà

Crema-di-baccala-ricetta-parliamo-di-cucina

Una ricetta semplice ma elegante, la crema di baccalà è da servire con crostini come antipasto oppure, in dose raddoppiata, come piatto unico accompagnato da polenta bianca o gialla e con contorno di verdure di stagione

 

Facile da preparare e pratica, perché si può preparare anche in anticipo, la crema di baccalà è simile al veneziano baccalà mantecato (che però non prevede la patata e, nonostante il nome, viene realizzato con lo stoccafisso), ma anche alla francese brandade de morue. Se non trovate il baccalà già ammollato, comperate quello sotto sale (ne bastano 300 g) e immergetelo in acqua fredda per 2-3 giorni, cambiando l’acqua almeno 4-5 volte al giorno e tenendolo nella parte meno fredda del frigorifero. In alternativa, sistematelo sotto un rubinetto, facendo scendere l’acqua goccia a goccia. Potete anche usare filetti di merluzzo surgelati oppure lo stoccafisso, acquistando quello già bagnato, perché per ammollarlo in casa occorrono almeno 5 giorni.

 

Per 4 persone

400 g di baccalà, già ammollato e dissalato

2 spicchi d’aglio

1 l di latte fresco intero

1 patata di circa 100 g

1 ciuffo di prezzemolo

olio extravergine di oliva

sale e pepe

 

1. Sciacquate il prezzemolo e ricavate le foglie conservando i gambi. Lavate la patata, lessatela per 30 minuti, sbucciatela e schiacciatela; poi lasciatela intiepidire per 15-20 minuti. Intanto, eliminate la pelle del baccalà, aiutandovi con un coltello affilato, privatelo delle eventuali lische rimaste e tagliate la polpa a pezzetti.

2. Portate a ebollizione il latte in una pentola con uno spicchio d’aglio spellato e i gambi di prezzemolo, immergete il baccalà e cuocete per circa 25-30 minuti, poi sgocciolatelo e asciugatelo con carta assorbente da cucina.

3. Mettete la polpa di baccalà ancora calda nel recipiente del mixer e frullatela per almeno 1 minuto. Aggiungete lo spicchio d’aglio rimasto tritato finemente o schiacciato con lo spremiaglio e continuate a frullare per 2-3 minuti a velocità medio-alta, aggiungendo a filo 7 cucchiai d’olio, fino a ottenere un composto omogeneo e soffice. Unite la patata schiacciata, un’abbondante macinata di pepe, il prezzemolo tritato e 2 cucchiai d’olio e frullate ancora per qualche istante. Regolate di sale solo se necessario e servite la crema di baccalà tiepida.

 

 

(immagine:clickcookandtaste.overblog.com)