Confettura di zucca con limone e zenzero

Confettura-di-zucca-con-limone-e-zenzero-ricetta-parliamo-di-cucina

Profumata e gustosa, la confettura di zucca con limone e zenzero è una conserva da fare in casa nel momento in cui si trovano le zucche migliori.

 

Scegliete una varietà di zucca con la polpa farinosa e dal gusto simile alla castagna, perché quelle troppo acquose non sono adatte. La mela, ricca di pectina naturale, serve comunque per far addensare meglio la confettura. A piacere, potete sostituire lo zenzero con 2 bastoncini di cannella oppure con anice stellato o ancora, se amate il piccante, con 1 peperoncino fresco pulito e tritato. Utilizzate la confettura di zucca con limone e zenzero per preparare crostate (1 vasetto è sufficiente), oppure servitela con pan brioche per la colazione sma anche con formaggi stagionati.

 

Per  7-8 vasetti da 250 ml

1,5 kg di polpa di zucca farinosa già pulita (meglio se mantovana, circa 2,2 kg con la scorza)

1 pezzo di radice di zenzero di circa 80-100 g

3 limoni non trattati

1 mela

500 g di zucchero di canna

300 g di zucchero semolato

 

  1. Tagliate a cubetti la polpa della zucca, mettetela in una casseruola in acciaio a fondo spesso, unite la mela sbucciata e tagliata a cubetti e gli zuccheri e lasciate riposare per 2-3 ore in luogo fresco. Intanto, sciacquate i limoni, spuntateli e bucherellateli con i rebbi di una forchetta. Portate a ebollizione abbondante acqua in un pentolino, immergete i limoni e cuoceteli per 2-3 minuti, poi sgocciolate e ripetete l’operazione altre 2 volte, cambiando l’acqua ogni volta. Sgocciolate i limoni, lasciateli intiepidire e tagliateli prima a fettine sottili e poi a pezzettini, recuperando il succo che fuoriesce durante l’operazione ed eliminando gli eventuali semi. Sbucciate la radice di zenzero e grattugiatela finemente.

 

  1. Nel frattempo, portate lentamente a ebollizione con il coperchio la zucca con lo zucchero, la mela e il succo di limone filtrato e cuocete per 30-40 minuti, mescolando spesso, finché la zucca sarà sfatta e cremosa. Aggiungete i limoni e lo zenzero grattugiato e proseguite la cottura ancora per circa 15 minuti, finché il composto si sarà addensato.

 

  1. Intanto, lavate accuratamente i vasetti da conserva, sciacquateli bene e fateli asciugare capovolti e senza coperchio, in forno già caldo a circa 80°C. Versate poi la confettura bollente nei vasetti ancora caldi, chiudeteli, capovolgeteli e lasciateli raffreddare. In questo modo la confettura di zucca con limone e zenzero si conserverà per alcuni mesi, al buio in un luogo fresco e asciutto.

 

(immagine:puttingupwiththeturnbulls.com)

Crostata classica alla confettura

Crostata-classica-alla-confettura-ricetta-parliamo-di-cucina

Una torta che non ha bisogno di presentazione: la crostata alla confettura è uno dei grandi classici della pasticceria casalinga, un dolce della memoria, da gustare nei pomeriggi di festa con una tazza di tè o caffè, perfetta anche per la merenda di bambini

 

Le varianti sono infinite: sbizzarritevi con confetture e marmellate a piacere, ma anche con crema di cioccolato spalmabile, crema pasticcera, ricotta zuccherata e tutto quello che suggerisce la fantasia. La crostata è migliore se viene fatta riposare alcune ore, meglio una notte. Se vi piace, decoratela con zucchero a velo.

 

Per 8-10 porzioni

350 g di farina 00

175 g di burro

2 uova + 1 tuorlo

175 g di zucchero

350 g confettura di prugne o altra frutta a piacere

scorza di 1 limone non trattato o 1 cucchiaio di estratto naturale di vaniglia

sale

 

1. Disponete nel mixer la farina con lo zucchero, un pizzico di sale, il burro freddo tagliato a pezzetti e frullate fino a ottenere un composto di briciole. Aggiungete le uova e il tuorlo, la scorza del limone grattugiata o la vaniglia e azionate a più riprese fino a ottenere un composto omogeneo. Formate un panetto, avvolgetelo in un foglio di pellicola e fatelo riposare in frigorifero per almeno un’ora.

2. Tenete da parte 1/4 della pasta e avvolgetela di nuovo in pellicola. Stendete il resto con un matterello sul piano di lavoro leggermente infarinato in uno spessore di circa 1/2 cm e ricavate un disco. Avvolgetelo intorno al matterello e srotolatelo direttamente dentro uno stampo da crostata da 26-28 cm di diametro, meglio se con il fondo rimovibile, imburrato. Bucherellate il fondo della pasta con una forchetta. Stendete la pasta rimasta, infarinandola leggermente, e ricavate tante strisce lunghe circa 30 cm e larghe 1-1,5 cm.

3. Versate la confettura nello stampo e stendetela formando uno strato uniforme. Disponete 4-5 strisce di pasta sulla torta, distanti 3-4 cm e parallele tra loro, appoggiando le estremità ai bordi dello stampo e contemporaneamente sistemate altre 4-5 strisce perpendicolari alle prime, facendole passare una volta sopra e una volta sotto le strisce che incrociano. Piegate verso l’interno la pasta ai bordi dello stampo eliminando l’eccesso e pizzicate la pasta leggermente con le dita. Cuocete la crostata in forno già caldo a 180°C per 40-45 minuti, finché la superficie della pasta sarà dorata e lasciatela completamente raffreddare.

 

 

(immagine:thesepeasarehollow.blogspot.com)