Tarte-tropezienne

La tarte tropézienne è un dolce mitico, creato a Saint-Tropez negli anni 50, simbolo della dolce vita al mare di quegli anni sulla costa del sud della Francia. La tarte tropézienne richiede un po’ di pazienza per la lunga lavorazione e lievitazione, ma il risultato è strepitoso, l’ideale per una festa fra amici o una merenda in giardino: la leggenda dice che fosse il dolce preferito di Brigitte Bardot.

Dolce leggendario

Creata nel 1955 dal pasticciere Alexandre Micka, di origine polacca, la tarte tropezienne è un ricco pain brioche farcito di golosa crema pasticcera e crema al burro. La ricetta originale è segreta e depositata, ma ne circolano molte versioni che sono simili all’originale e naturalmente deliziose. La tarte tropezienne si può riprodurre bene anche in casa, numerose sono le versioni da provare: questa è tipicamente francese, un po’ più leggera e contemporanea, farcita con crema pasticcera alla panna montata.

Ricetta della tarte tropézienne

Per 8 persone

Per il lievitino:

50 g di farina 00

40 ml di latte

1 cucchiaio di zucchero

25 g di lievito di birra fresco

Per l’impasto:

250 g di farina 00

1 uovo

40 g di zucchero

150 ml di latte

60 g di burro

sale

Per la crema:

3 tuorli

50 g di zucchero

40 g di amido di mais

250 ml di latte

150 ml di panna fresca

1 cucchiaio di acqua di fiori d’arancio

1 baccello di vaniglia

Per decorare:

1 uovo

50 g di granella di zucchero

Preparazione 50 min, cottura 45 min, riposo 6 h e 30 min

Per il lievitino, stempera in una ciotola grande il lievito con il latte tiepido e lo zucchero, poi aggiungi la farina e mescola formando un panetto.

Versaci sopra la farina per l’impasto setacciata senza mescolare, copri con un telo e lascia lievitare in luogo tiepido per 1 ora. Quando la superficie della farina sarà sollevata e crepata sarà pronta per la lavorazione.

Aggiungi lo zucchero, un pizzico di sale, l’uovo sbattuto con il latte e mescola bene per 2-3 minuti, poi incorpora il burro ammorbidito a pezzetti. Trasferisci l’impasto sulla spianatoia e lavora con energia per una decina di minuti, finché l’impasto sarà elastico. Rimettilo nella ciotola, copri con una pellicola e disponilo a riposare al fresco per 30 minuti.

Per la crema pasticcera, porta a ebollizione il latte con il baccello di vaniglia, inciso nel senso della lunghezza, poi eliminalo. Monta in un altro pentolino l’uovo e il tuorlo con lo zucchero, incorpora l’amido setacciato a pioggia poi diluiscilo con il latte caldo.

Rimetti sul fuoco e fai addensare a fiamma bassa, mescolando in continuazione per una decina di minuti. Togli dal fuoco, unisci l’acqua di fiori d’arancio e lascia raffreddare completamente. Copri e conserva la crema in frigorifero.

Stendi su un piano foderato con carta da forno la pasta con il matterello formando un disco di circa 24 cm di diametro, poi trasferiscilo delicatamente sulla placca e lascialo lievitare ancora per circa 45 minuti.

Decora il dolce: sbatti l’uovo e spennella la superficie, quindi spolverizzala con la granella di zucchero e cuoci in forno già caldo a 180° per circa 35-40 minuti, finché sarà gonfio e leggermente dorato. Lascia raffreddare completamente la tarte tropézienne, meglio ancora se la fai riposare per almeno 12 ore. Prima di servire, monta la panna ben fredda e incorporala alla crema pasticcera. Taglia a metà la torta e farciscila con la crema.

Ti potrebbe interessare anche: Torta soffice con crema al cioccolato e torrone

Ti potrebbe interessare anche: Torta di ricotta allo zafferano

Ti potrebbe interessare anche: Il pan di Spagna