Pomodorini canditi

pomodorini-canditi

Una ricetta facilissima per una preparazione decorativa da utilizzare in tantissimi modi. Usate preferibilmente pomodorini ben maturi e rossi di varietà come i cherry, i datterini o quelli di Pachino

 

Sono dolci e saporiti e hanno una marcia in più perché sono anche molto carini e decorativi: i pomodorini canditi, o confit come si dice alla francese, sono l’ingrediente per creare numerose ricette. Usateli per preparare tartine, disponendo su un crostino rotondo una fettina di mozzarella e un pomodorino e guarnendo con un capperino o una fettina di oliva. Preparate una pasta corta, tipo tubetti, sedani o fusilli, conditela con abbondante pesto al basilico e aggiungete pomodorini canditi a piacere: l’effetto è delizioso. Per una divertente crostata salata, stendete uno strato di caprino lavorato con erbe aromatiche, olio sale e pepe in una base di pasta brisée pronta cotta e disponete uno strato di pomodorini. E poi, naturalmente usateli per accompagnare carni e pesci alla griglia e tutto quello che vi suggerisce la fantasia…

1. Sciacquate i pomodorini, tagliateli a metà, nel senso della lunghezza, e disponeteli in una teglia, foderata con un foglio di carta da forno bagnato e strizzato, con la parte tagliata rivolta all’insù, spolverizzateli con abbondante zucchero e un pizzico di sale e cuoceteli in forno ventilato già caldo a 100°C per 2 ore, poi lasciateli raffreddare completamente nel forno.

2. Trasferiteli in un contenitore ermetico, unite, a piacere, uno spicchio d’aglio tagliato a fettine per profumare, spolverizzate con abbondante origano o maggiorana sbriciolati con le mani, irrorate con un filo d’olio extravergine di oliva e lasciate riposare ancora un giorno in frigorifero.

 

 

 

 

(immagine:lacuisinedolivia.fr)

Pomodorini canditi ultima modidfica: 2013-07-09T23:26:29+00:00 da Marilena Bergamaschi