Orata all’acqua pazza

Orata-all'acqua-pazza-ricetta-parliamo-di-cucina

L’orata all’acqua pazza è un piatto gustoso e leggero, facilissimo da preparare.

 

L’acqua pazza è una ricetta povera di origine napotelana, che veniva preparata dalle famiglie di pescatori con i pesci poveri avanzati, dalle vendite al mercato. Un tempo per cucinare veniva usata l’acqua di mare e la cottura è una via di mezzo tra l’umido e la lessatura. Tante sono anche le versioni dell’orata all’acqua pazza, si possono aggiungere capperi dissalati, olive nere, pinoli, origano e così via.

 

Per 4 persone

2 orate pulite da circa 750 g ciascuna

1 piccola cipolla + 1 spicchio d’aglio

18-20 pomodorini maturi + 1 dl di vino bianco secco

1 ciuffo di prezzemolo + peperoncino in polvere

olio extravergine di oliva

sale e pepe

 

1. Sciacquate i pomodorini, asciugateli e divideteli a metà; se preferite, privateli dei semi. Spuntate la cipolla, spellatela e tritatela finemente. Pulite il prezzemolo, ricavate le foglie e tritatele. Squamate le orate con il dorso di un coltellino, lavatele e asciugatele con carta assorbente da cucina sia dentro sia fuori.

2. Versate 4 cucchi di olio in un’ampia padella, unite lo spicchio d’aglio schiacciato e spellato e la cipolla tritata e fateli appassire a fiamma bassa per 4-5 minuti, finché saranno morbidi. Alzate la fiamma, aggiungete le orate e fatele rosolare 2 minuti per parte. Sfumate con il vino, lasciatelo evaporare e spolverizzate con 1 pizzico di sale, pepe e peperoncino. Unite i pomodorini e 1/2 bicchiere d’ acqua.

3. Mettete il coperchio e proseguite la cottura per 10 minuti, poi scoperchiate e cuocete per altri 5 minuti. Per servire l’orata all’acqua pazza, disponetene una sul tagliere, eliminate la pelle e dividete con il coltello, nel senso della lunghezza, il filetto superiore in 2 parti. Staccate i 2 pezzi dalla lisca e disponeteli in un piatto con parte del sugo e di pomodorini. Eliminate la lisca, dividete in 2 parti anche il filetto sottostante, sollevatelo dalla pelle e servite con il sugo; ripetete le operazioni anche con l’altro pesce.

 

 

(immagine:italiedanslassiette.wordpress.com)

Orata all’acqua pazza ultima modidfica: 2014-06-06T15:10:18+00:00 da Marilena Bergamaschi