I bagels ai semi di sesamo e papavero sono un’antica preparazione da forno originaria dell’Est europeo, arrivata in America con le migrazioni dei pionieri nei secoli scorsi. Oggi sono diventati una tipicità della cucina ebraica americana e non solo. 

Fra storia e leggenda

Narra la leggenda che nel XVII secolo, Vienna fu salvata dall’assedio da parte dei turchi grazie all’aiuto dell’esercito polacco e del suo re, Giovanni Sobieski. Un pasticciere ebreo creò allora un panino a forma di staffa per rendere omaggio al re dallo stile elegante nel cavalcare e il panino fu chiamato buegel, che in tedesco significa proprio staffa. Si diffuse poi, in tutta Europa, fino a giungere in America dove prese il nome di bagel.

Gustosi panini da farcire

Per fare le ciambelline, forma delle palline con l’impasto, schiacciale leggermente con i palmi delle mani e pratica un foro al centro, poi sistemale ben distanziate su un piano di lavoro infarinato. I bagels si gustano caldi o tiepidi, tagliati a metà e farciti in vari modi. Deliziosi con formaggio cremoso, tipo quark, ricotta o robiola, aromatizzati con erba cipollina e aneto e fette di salmone affumicato oppure prosicutto crudo. Provali anche con uova al bacon. In alternativa ai semi di sesamo e papavero, puoi spolverizzarli con semi di lino, di zucca e girasole, sale grosso o cipolla tritata, prima di cuocerli in forno. Se li preferisci in versione dolce, farciscili con burro e marmellata o miele. Sono l’ideale per uno spuntino, per il brunch oppure per un pasto veloce.

Ricetta dei bagels ai semi di sesamo e papavero

per 4 persone

300 g di farina 00

4 cucchiai di zucchero

15 g di lievito di birra

latte fresco

50 g di burro ammorbidito

1 tuorlo

semi di sesamo

sale

Preparazione 30 min, cottura 35 min + riposo

Sciogli il lievito nella ciotola con 100 ml di latte tiepido e 1 cucchiaio di zucchero. Unisci 5 cucchiai di farina e forma un panetto molto morbido. Copri e fai lievitare per almeno 1 ora in luogo tiepido, finché sarà raddoppiato di volume.

Versa la farina rimasta a fontana su una spianatoia o in una ciotola grande, pratica un largo incavo al centro e mettici il panetto lievitato, 30 g di burro ammorbidito tagliato a pezzetti, 1/2 cucchiaino di sale e 1/2 dl di acqua tiepida. Impasta per una decina di minuti, fino a ottenere una pasta omogenea ed elastica.

Forma una massa con l’impasto, ungila con il burro rimasto, mettila in una ciotola e lasciala lievitare per 2 ore coperta con un telo. Riprendi la pasta, lavorala brevemente, dividila in 8 palline e, con queste, forma delle ciambelline. Coprile con il telo inumidito e falle lievitare per altri 15 minuti.

Porta a ebollizione abbondante acqua nella padella con 3 cucchiai di zucchero e un pizzico di sale e lessa le ciambelline per circa 2 minuti nell’acqua bollente, poi sgocciolale sulla placca foderata con carta da forno. Spennellale con il tuorlo sbattuto insieme al latte rimasto, spolverizza con i semi di sesamo e cuoci in forno già caldo a 200° per 20-25 minuti. Lasciali intiepidire e servili farciti a piacere.

Ti potrebbe interessare anche: Panino al sesamo con crema di sardine, olive e spinacini

Ti potrebbe interessare anche: Michetta mon amour

Ti potrebbe interessare anche: Panino con arrosto di scamone, salsa caramellata alla birra e cavolo nero

Foto Freepik