Crostata-di-ricotta-al-profumo-di-limone-ricetta-parliamo-di-cucina

La crostata di ricotta al profumo di limone è una torta golosa, dal gusto delicato e irresistibile, tipica della pasticceria casalinga italiana di tradizione. Dolce classico, è la tipica torta della nonna dei ricordi d’infanzia, un sapore indimenticabile: friabile pasta frolla ripiena di crema dolce che una volta, secondo la stagionalità dei cibi, si preparava soprattutto in primavera, il momento dei formaggi freschi.

Grande classico all’italiana

Se non hai tempo per preparare la pasta frolla, puoi utilizzare anche una base pronta, senza per questo rinunciare a ottenere una deliziosa torta: scegline possibilmente una surgelata e al burro, è quella più simile al fresco fatto in casa, dal punto di vista delle qualità organolettiche. Se non ami i canditi, puoi sostituirli con 50 g di pinoli o mandorle o pistacchi tritati grossolanamente. La crostata di ricotta al profumo di limone è un po’ elaborata e necessita di tempo per la preparazione, ma è assolutamente facile. Adatta soprattutto a essere consumata a merenda e colazione, si serve con tè o caffè, oppure un calice di vino passito o uno spumante dolce.

Ricetta della crostata di ricotta al profumo di limone

Per 8 persone

250 g di farina 00

125 g di burro

220 g di zucchero

2 uova

2 tuorli

450 g di ricotta freschissima

70 g di scorze di agrumi candite miste (facoltative)

50 g di gocce di cioccolato fondente

8 g di lievito per dolci (1/2 bustina)

1 limone non trattato

latte

sale

Preparazione 50 min, cottura 1 h

Versa nel mixer la farina setacciata con il lievito, il burro freddo a tocchetti e un pizzico di sale e frulla, fino a ottenere un composto sbriciolato. Aggiungi i tuorli, 100 g di zucchero, la scorza di 1/2 limone grattugiata e 2-3 cucchiai d’acqua molto fredda e aziona a più riprese gli ingredienti, finché saranno ben amalgamati. Forma un panetto, avvolgilo con una pellicola e fallo riposare in frigorifero per almeno 1 ora.

Nel frattempo, monta la ricotta con lo zucchero rimasto, le uova e i tuorli, la scorza grattugiata del 1/2 limone rimasto e un pizzico di sale, poi incorpora le scorze tagliate a dadini piccoli e le gocce di cioccolato.

Riprendi l’impasto e tieni da parte 1/5 della pasta al fresco, avvolta in pellicola. Stendi il resto con il matterello fra 2 fogli di carta da forno a uno spessore di 5 mm e ricava un disco. Elimina la carta superiore e trasferisci l’impasto in uno stampo a cerniera rotondo da 24 cm di diametro, conservando sotto il foglio di carta di base. Rifila il bordo e bucherella il fondo della pasta con una forchetta, poi versa nel guscio di pasta la ricotta preparata e livellala.

Stendi la pasta messa da parte, ricava con la rotella tante strisce lunghe 30 cm e larghe 1-1,5 cm. Disponi 4-5 strisce di pasta sulla torta, distanti 3-4 cm e parallele tra loro, appoggiando le estremità ai bordi dello stampo. Sistema altre 4-5 strisce perpendicolari alle prime, facendole passare una volta sopra e una volta sotto le strisce che incrociano. Piega verso l’interno la pasta ai bordi dello stampo e pizzicala leggermente con le dita.

Spennella con poco latte le parti di pasta per non farle bruciare in cottura e cuoci la crostata in forno già caldo a 170° per circa 1 ora, poi lasciala raffreddare completamente. Se possibile, falla riposare per almeno 12 ore prima di servirla, la torta sarà migliore il giorno successivo.

Ti potrebbe interessare anche: Crostata classica alla confettura

Ti potrebbe interessare anche: Crostata al cioccolato con lamponi

Ma anche: Crostata di fragole con mousse al cioccolato bianco