Gratin di finocchi alla fontina

Gratin-di-finocchi-alla-fontina-ricetta-parliamo-di-cucina

Un secondo goloso e ricco a base di verdura e formaggio: il gratin di finocchi alla fontina è un modo per far mangiare le verdure anche ai bambini, che ne sono golosissimi. Se volete farne un vero piatto unico, aggiungete 120 g di prosciutto cotto a fettine oppure di Praga spezzettato grossolanamente, ma utilizzate solo 100 g di fontina

 

 

Per 4 persone

4-5 finocchi

200 g di fontina

grana padano grattugiato

3 dl di panna fresca

30 g di burro

noce moscata

sale e pepe

 

1. Elimina le parti esterne dei finocchi e taglia la sommità con la parte verde e le barbine. Divideteli a metà, inserite la lama del coltello nella base ed eliminatela. Lavateli, sgocciolateli e affettateli molto sottili, nel senso della larghezza (se la possedete, usate l’affettatrice).

2. Fate fondere il burro in un’ampia padella antiaderente. Disponete metà fettine di finocchio nella padella, in un solo strato, e coprite con 1 dl di panna. Abbassate la fiamma e cuocete a fiamma media per 2-3 minuti, mescolando di tanto in tanto con delicatezza, finché i finocchi saranno cotti ma ancora al dente, regolate di sale, pepe e noce moscata grattugiata. Trasferite tutto in un piatto ampio e cuocete allo stesso modo i finocchi rimasti con un altro dl di panna.

3. Disponete in una pirofila imburrata uno strato di fettine di finocchio. Aggiungete uno strato di fontina ridotta a dadini e spolverizzate con un velo di grana padano grattugiato. Proseguite fino a esaurire gli ingredienti e terminate con uno strato di finocchi. Irrorate la superficie con il dl di panna rimasta e spolverizzate con abbondante grana padano. Cuocete in forno già caldo a 200°C per circa 20 minuti, finché la superficie sarà dorata. Togliete il gratin di finocchi alla fontina dal forno, lasciatelo riposare per 3-4 minuti a temperatura ambiente e servite.

 

(immagine:capipiou.wordpress.com)

Gratin di finocchi alla fontina ultima modidfica: 2014-03-10T16:16:29+00:00 da Marilena Bergamaschi