Identità Expo: alta cucina tutti i giorni

-dsc6532_copia1

Identità Expo è il programma creato da Identità Golose che offre ai visitatori la possibilità di assaggiare a Milano la grande cucina d’autore durante i sei mesi di Expo. Saranno oltre 200 i noti chef internazionali che si alterneranno ai fornelli durante la lunga kermesse di alta cucina.

Presentato all’Expo Gate di Milano l’evento curato da Identità Expo e San Pellegrino in cui il format di Identità Golose, il convegno internazionale di alta cucina ideato da Paolo Marchi, sarà ampliato e declinato lungo i sei mesi dell’esposizione universale, coinvolgendo i principali protagonisti, i cuochi.

Identità Expo è la naturale evoluzione di Identità Golose nell’ambito dell’Esposizione universale e sarà un continuum di eventi, oltre 450, che si svolgeranno ogni giorno dalle 10 del mattino fino a tarda sera. Incontri, conferenze, showcooking e molto altro ancora, tra cui un temporary restaurant, una novità assoluta per il format di Identità Golose, che ospiterà i migliori chef italiani e stranieri. Un menu fisso da quattro portate, dall’antipasto al dolce con i vini abbinati, al prezzo di 75 euro. L’idea è quella di fornire un assaggio delle migliori cucine d’eccellenza a un prezzo democratico.

Il ristorante, affacciato sul decumano, una delle vie principali, è situato nel cuore di Expo e rappresenta una finestra aperta sull’intera esposizione. Due piani e 150 coperti con interni dal design innovativo e moderno studiati da Giulio Cappellini e Davide Groppi. Un concept space che sarà contemporaneamente ristorante e spazio eventi.

A rappresentare Identità Expo anche un piatto che unisce milanesità e creatività con il simbolo della cucina italiana, la pasta. Una ricetta che parla meneghino ma vuole essere simbolo dell’Italia intera, creata dallo chef Andrea Ribaldone: gli spaghetti mantecati con crema di risotto allo zafferano e conditi con ragù di ossobuco e gremolada.

Conferenze, incontri, showcooking e un ristorante: un programma da supereroi per sei mesi densi di contenuti. Molteplici anche le aree tematiche: Identità di Pasta, di Vino, di Pane e di Pizza, Identità Giovani, Identità Naturali, Identità Milano e naturalmente un appuntamento legato alle Cucine del Mondo. I visitatori potranno anche mettere le mani in pasta nella scuola di cucina, organizzata in collaborazione con ConviviumLab-Arte del Convivio. E siccome si mangia anche con gli occhi, ci sarà anche Identità Libri: la penna sostituirà la forchetta e gli autori dei testi di enogastronomia interverranno sul palco. Il palinsesto completo degli eventi e i nomi degli chef che si succederanno al ristorante è consultabile sul sito http://www.identitagolose.it

Una versione di Identità Golose più partecipativa che permetterà al visitatore di toccare con mano l’alta cucina. “Daremo una risposta forte a tutti coloro che in undici anni di congresso hanno solo potuto assistere a grandi performance di cucina in qualità di congressisti o spettatori. Ci sarà l’opportunità di sperimentare a costi accessibili i grandi menu di cucina d’autore”, spiega Paolo Marchi, a cui fa eco Claudio Ceroni, patron di Magenta Bureau la società che organizza i convegni: “Vogliamo sfatare l’idea che da noi non si mangia. Discuteremo sì di cibo e di idee, ma porteremo gli chef anche in cucina”.

Foto Brambilla/Serrani

 

Identità Expo: alta cucina tutti i giorni ultima modidfica: 2015-04-08T14:14:15+00:00 da Valeria Senigaglia