Khachapuri-georgiano-pizza

Oggi molto di moda, il khachapuri georgiano è una specie di pane ripieno tipico della cucina popolare della Georgia, nel Caucaso, simile a un calzone o una pizza, dalla tradizionale forma a barchetta farcita con un mix di formaggi tipici locali di nome sulguni, imeruli e altri ancora, naturalmente non reperibili in Italia, ma che non ci impedisce di gustare ugualmente questa leccornia. 

Spuntino tradizionale

Il gusto più vicino a questi formaggi per il khachapuri georgiano si ottiene mescolando la mozzarella e la feta, a cui è stato aggiunto anche un po’ di pecorino per rendere ancora più intenso il sapore della preparazione di origine agropastorale, e asciugare il composto. L’impasto invece è una pasta lievitata molto semplice il cui segreto è il kefir, un latticello fermentato che lo rende particolarmente soffice e gustoso. Infine, l’uovo serve per far diventare il khachapuri un vero e proprio piatto unico completo, ricco e nutriente. A fine cottura, si può aggiungere qualche fiocchetto di burro sull’uovo e dell’erba cipollina tagliuzzata con le forbici.

Ricetta del khachapuri georgiano (pane al formaggio con l’uovo)

Per 2 pezzi

300 g di farina 0

100 ml di kefir o latte

10 g di lievito di birra secco

150 g di feta

150 g di mozzarella vaccina

2 cucchiai di pecorino grattugiato

zucchero

2 uova

paprika piccante

olio extravergine di oliva

sale

Preparazione 20 min, cottura 20 min + riposo

Versa la farina in una ciotola, forma un incavo al centro, poi unisci il lievito, 1 cucchiaino scarso di zucchero, il kefir a temperatura ambiente, 60 ml d’acqua tiepida, 1 cucchiaio d’olio e spolverizza sul bordo 1/2 cucchiaino scarso di sale.

Lavora con energia gli ingredienti, per 5 minuti fino a ottenere un impasto omogeneo. Forma un panetto, coprilo con un telo e lascialo lievitare in luogo tiepido per almeno 1 ora, finché sarà raddoppiato di volume.

Intanto, trita la mozzarella e versala in una ciotola, unisci la feta sbriciolata il pecorino e mescola bene. Riprendi l’impasto, lavoralo e mettilo a lievitare ancora per 40 minuti.

Sgonfia l’impasto e dividilo in 2 parti. Stendile in forma ovale piuttosto sottili, schiacciandole con le mani. Distribuisci il formaggio intorno ai bordi e ripiegali sul formaggio, poi stringi le basi alle estremità dandogli una forma a barchetta.

Versa al centro il formaggio rimasto, spolverizza a piacere con un pizzico di paprica e trasferisci i khachapuri sulla placca foderata con carta da forno. Cuocili in forno già caldo a 220° per circa 15-20 minuti, finché i bordi saranno dorati. Sforna i khachapuri, sguscia 1 uovo al centro di ciascuna barchetta, rimetti in forno ancora per 1 minuto, poi servili caldi.

Potrebbe interessarti anche: Il calzone classico

Potrebbe interessarti anche: Pizza napoletana all’origano

Ma anche: Croque-monsieur e croque-madame

Foto Freepik