Ricetta inventata negli anni 60, quando questa preparazione era molto di moda come la quattro stagioni, la pizza ai quattro formaggi è tornata in auge sulla spinta della rivisitazione delle ricette vintage e rétro, recentemente riscoperte come una curiosità dal mondo del food. 

Per i golosi di formaggio

Molti sono i tipi di formaggi che si possono usare per condire la pizza ai quattro formaggi: c’è chi fa una selezione di specialità internazionali, in cui entrano olandesi, francesi e svizzeri. Chi preferisce quelli locali di una sola regione. Oppure come in questo caso, è stato scelta una specie di mini percorso da Nord a Sud dell’Italia, attraverso i suoi quattro formaggi più famosi. Se non hai tempo o non sei abbastanza esperto per cimentarti, utilizza un impasto base per pizza pronto da circa 750 g, anche integrale.

Consiglio importantissimo!

Fai attenzione e osserva scrupolosamente i diversi tempi di cottura dei formaggi, altrimenti questi rischiano di diventare un’unica massa densa, perdendo la propria specificità e il gusto.

Ricetta della pizza ai quattro formaggi

Per 2 pizze (2-4 persone)

300 g di farina 0

200 g di farina Manitoba

25 g di lievito di birra fresco o disidratato

250 ml di acqua minerale frizzante

2 mozzarelle da 200 g l’una

120 g di fontina senza crosta

120 g di gorgonzola senza crosta

60 g di parmigiano reggiano grattugiato

olio extravergine di oliva

sale e pepe

Preparazione 20 min, cottura 25 min, riposo 2 h e 45 min

Sciogli il lievito in una ciotola con 50 ml di acqua minerale tiepida. Unisci 50 g di farina 0 e 1 cucchiaino di zucchero e amalgama bene. Copri con una pellicola e lascia lievitare il panetto per 30 minuti. Disponi a fontana sul piano di lavoro la farina 0 rimasta setacciata con la farina Manitoba. Pratica un incavo al centro e mettici il panetto lievitato e l’acqua rimasta a temperatura ambiente e spolverizza sul bordo esterno 1 cucchiaino di sale. Se preferisci una pizza più croccante, aggiungi anche 3 cucchiai d’olio.

Lavora l’impasto con le mani per 10-15 minuti e sbattilo più volte con energia sulla spianatoia. Forma una palla, trasferiscila in una ciotola unta con un velo d’olio, pratica un taglio a croce, copri con una pellicola e mettila a lievitare in un luogo tiepido per almeno 2 ore. Intanto, taglia a fette sottili le mozzarella e mettile a perdere acqua su carta assorbente da cucina.

Ungi 2 teglie con un filo d’olio. Riprendi la pasta lievitata, lavorala ancora e dividila in 2 parti. Disponi un pezzo di pasta al centro di ciascuna teglia e stendilo a circa 1/2 cm di spessore, schiacciandola e allargandola con le mani e formando un bordo rialzato tutt’intorno. Lascia riposare la pasta ancora per 15 minuti. Se usi l’impasto pronto, estrailo dal frigorifero, fallo riposare per 5 minuti a temperatura ambiente, poi lavoralo per alcuni istanti, dividilo a metà e procedi come indicato.

Distribuisci la mozzarella sulle pizze e spolverizzala con il parmigiano, poi cuocile in forno già caldo a 200° per 12 minuti, finché il bordo sarà leggermente dorato. Aggiungi le fettine di fontina e prosegui ancora per 5-6 minuti. Estrai le teglie, aggiungi il gorgonzola tagliato a dadini, spolverizza con pepe a piacere e cuoci ancora per 2-3 minuti, poi servi.

Ti potrebbe interessare anche: La pizza Margherita

Ti potrebbe interessare anche: Pizza napoletana all’origano

Ma anche: Pizza con salsiccia e cipolle

Foto Freepik