La pizza Margherita

pizza-Margherita-ricetta-parliamo-di-cucina

La pizza Margherita è una storica pizza napoletana inventata – secondo la tradizione – dal famoso pizzaiolo Raffaele Esposito per una visita della regina Margherita in città nel 1889

 

La versione originale della pizza Margherita prevede l’uso di mozzarella di bufala, che però è più morbida e acquosa rispetto a quella vaccina: se volete utilizzarla, tagliatela a fette e fatela sgocciolare per almeno 2 ore su carta assorbente da cucina. La farina Manitoba si ottiene dalla macinazione di alcune varietà di frumento originarie dell’omonima regione del Canada. Molto ricca di glutine, viene usata per aumentare la forza di altre farine e favorire la lievitazione di pane, pizza, brioche, dolci e altri prodotti da forno. Diventata di uso comune in Italia, si trova facilmente anche al supermercato.

 

Per 4 persone

300 g di farina 0

200 g di farina Manitoba

25 g di lievito di birra fresco o disidratato

2,5 dl di acqua minerale frizzante

zucchero

800 g di pomodori pelati

400 g di mozzarella fiordilatte o di bufala

qualche foglia di basilico

olio extravergine di oliva

sale

 

1. Sciogliete il lievito in una ciotola con 1/2 dl di acqua minerale tiepida. Unite 50 g di farina 0 e 1 cucchiaino di zucchero e amalgamate bene. Coprite con pellicola e lasciate lievitare il panetto per 30 minuti. Disponete a fontana sul piano di lavoro la farina 0 rimasta mescolata con la farina Manitoba. Mettete nell’incavo il panetto lievitato e l’acqua rimasta a temperatura ambiente. Spolverizzate sul bordo esterno 1 cucchiaino di sale. Se preferite una pizza più croccante, aggiungete anche 3 cucchiai d’olio. Lavorate l’impasto con le mani per 10-15 minuti e sbattetelo più volte con energia sulla spianatoia. Formate una palla, disponetela in una ciotola unta con un velo di olio extravergine, praticate un taglio a croce, coprite con pellicola e lasciate lievitare in un luogo tiepido per almeno 2 ore.

2. Ungete 2 teglie con un filo d’olio. Riprendete la pasta lievitata, lavoratela ancora e dividetela in 2 parti. Disponete un pezzo di pasta al centro di ciascuna teglia e stendetelo a circa 1/2 cm di spessore, schiacciandola e allargandola con le mani, formando un bordo rialzato all’esterno. Lasciate riposare la pasta ancora per 15 minuti. Intanto, spezzettate i pelati in una ciotola, irrorateli con 2-3 cucchiai d’olio extravergine e spolverizzateli con un pizzico di sale e uno di zucchero.

3. Distribuite i pelati sulla superficie delle 2 pizze e cuocetele in forno già caldo a 180°-190°C, nella parte più alta, per 15-20 minuti. Intanto, tagliate la mozzarella a fettine e mettetele a sgocciolare per 10 minuti su fogli di carta assorbente da cucina sovrapposti. Estraete le teglie dal forno, distribuite le fette di mozzarella preparata e le foglie di basilico pulite sulla pizza, cuocete per altri 5 minuti e servite la pizza Margherita ben calda.

 

 

(immagine:sandiegofoodfinds.com)

La pizza Margherita ultima modidfica: 2013-12-03T12:23:57+00:00 da Marilena Bergamaschi