Taralli pugliesi

Taralli-pugliesi-ricetta-parliamo-di-cucina

I taralli pugliesi sono squisiti e croccanti biscottini salati che possono essere serviti come antipasto, snack o in alternativa al pane.

 

L’etimolgia del parola è incerta e potrebbe derivare dall’antico italico o dal greco. Tantissime le varianti dei taralli pugliesi: si possono preparare anche con vino rosso e si aromatizzano, a piacere, con erbe, come 2 cucchiai di semi di finocchio pestati, cipolla disidratata, origano, rosmarino, ecc. Se desiderate taralli pugliesi più soffici, potete unire all’impasto 2 cucchiaini di lievito disidratato per pizza. In questo caso, lasciate riposare la pasta per almeno 1 ora prima di formare i taralli. Un’altra variante dei taralli pugliesi, prevede l’uso dello strutto: se volte provarla, preparate l’impasto con 1 dl di olio e 150 g di strutto.

 

Per circa 50-60 pezzi

1 kg di farina 0

3 dl di vino bianco secco

2,5 dl di olio extravergine di oliva

2 cucchiaini da tè di sale marino

pepe o peperoncino in polvere

 

1. Scaldate l’olio in un pentolino a una temperatura di circa 40-50°C. Disponete la farina a fontana sulla spianatoia, formate un incavo al centro e versate l’olio caldo e il vino a temperatura ambiente. Unite 2 cucchiaini da tè di sale e iniziate ad amalgamare gli ingredienti con la forchetta, poi con le mani. Lavorate l’impasto per almeno 15 minuti, fino a ottenere un impasto elastico e omogeneo. Avvolgetelo in un telo e lasciatelo riposare per almeno mezz’ora.

2. Prendete una parte di impasto della grandezza di un’albicocca e rotolatelo sul piano di lavoro, in modo da ottenere un cordoncino di circa 1 cm di spessore e circa 8-10 cm di lunghezza. Chiudetelo per formare un anello e sovrapponendo le due estremità e premendole leggermente con le dita, in modo da fissarle. Procedete allo stesso modo con il resto della pasta fino a esaurirla. Trasferite man mano i taralli pugliesi pronti su vassoi foderati con carta da forno e fateli riposare per 30 minuti.

3. Portate a ebollizione abbondante acqua in una pentola e salatela leggermente. Immergete pochi taralli per volta nell’acqua bollente e sgocciolateli su un telo, mano a mano che vengono a galla, con il mestolo forato. Lasciateli riposare per 2-3 ore, meglio ancora se per una notte. Trasferiteli ben distanziati sulla placca foderata con un foglio di carta da forno bagnata, strizzata e unta con un filo d’olio e cuoceteli in forno già caldo a 180°C per circa 30 minuti. Spegnete e lasciate raffreddare completamente i taralli pugliesi in forno.

 

 

(immagine:recipesandramblings.com)

Taralli pugliesi ultima modidfica: 2014-05-21T13:13:56+00:00 da Marilena Bergamaschi