Ciù Ciù: I vini marchigiani fra passato e presente

Vini-Ciù-Ciù_AntonellaMazzarella-WalterBartolomei-MarioBoselli-CarloCracco1

A pochi passi dal Duomo, nel cuore di Milano, presentata presso il ristorante di Carlo Cracco la prestigiosa selezione di vini Ciù Ciù, giovane azienda marchigiana

 

“Crediamo che il vino debba essere l’espressione più autentica del territorio in cui nasce”, affermano Massimiliano e Walter Bartolomei, titolari di Ciù Ciù, giovane e dinamica azienda vitivinicola biologica che si estende su oltre 130 ettari. Nata nel cuore delle colline marchigiane, a Offida, vicino ad Ascoli Piceno, nell’area di produzione del Rosso piceno superiore, l’azienda è stata fondata nel 1970 dai coniugi Natalino e Anna Bartolomei, ed è oggi gestita dai figli Massimiliano e Walter, che coniugano nuove competenze con tutta la passione e il bagaglio di saggezza di papà Natalino. “La nostra filosofia produttiva – proseguono – muove da questo concetto, ed è grazie a esso che negli anni abbiamo potuto ottenere risultati soddisfacenti e una crescita costante. La quasi totalità della nostra produzione proviene da vitigni autoctoni, proprio a testimoniare questo stretto legame con la nostra storia e il nostro territorio”.

Ciù Ciù ha voluto far conoscere le sue linee durante una degustazione per la stampa nel ristorante di Carlo Cracco, a Milano: hanno partecipato alcune delle personalità più importanti della critica e del giornalismo enogastronomico italiano, nonché ospiti d’eccezione tra cui Mario Boselli, presidente della Camera nazionale della Moda italiana. Per l’occasione Cracco, uno degli chef più amati e celebrati del momento, ha abbinato a ciascun vino le sue specialità gastronomiche: dall’antipasto al dolce, numerose portate create per esaltare i vini con abbinamenti originali e talvolta inconsueti.

Grande è stato l’interesse per questi vini di notevole livello, ottenuti da vitigni autoctoni delle Marche, come la Passerina, il Pecorino, il Rosso piceno, l’Offida e altri ancora. Ricordiamo, fra i bianchi: Merlettaie ed Evoè. Fra i rossi: Oppidum, Esperanto e Gotico. Infine, la nota particolare degli spumanti: Merlettaie Brut, ottenuto da Pecorino e Alta Marea, da Passerina.

L’azienda è famosa anche per la produzione di olio e ha recentemente ricevuto un prestigioso riconoscimento: l’olio extravergine di oliva Ciù Ciù è stato premiato con il BioFach Olive Oil Award, durante l’edizione 2013 della rassegna BioFach, la più prestigiosa fiera internazionale del settore dell’alimentazione biologica che si svolge ogni anno a Norimberga, in Germania.

 

Nella foto in alto da sinistra, Antonella Mazzarella, Walter Bartolomei, Mario Boselli, Carlo Cracco

Ciù Ciù: I vini marchigiani fra passato e presente ultima modidfica: 2013-07-01T22:46:27+00:00 da Edoardo Pistoglia