E’uno dei piatti più antichi, in cui si identifica la tradizione della cucina romana: la pasta alla gricia è diventata ormai una ricetta di moda ben oltre la cerchia di Roma e dintorni, che piace a tutti da gustare con il gustoso guanciale Citterio già preparato nel formato Tagliette. L’altro formato classico molto utilizzato per preparare questa ricetta è quello dei bucatini 

Per 4 persone

330 g di rigatoni o bucatini

80 g di pecorino romano grattugiato

150 g di guanciale Citterio già tagliato in formato a Tagliette

1 cipolla gialla piccola

olio extravergine di oliva

sale e pepe

Rosola la cipolla tritata finemente in una padella  ampia, aggiungi un filo d’olio e un pizzico di sale e lasciala rosolare a fuoco bassissimo, finché sarà morbida. Unisci il guanciale  e fallo dorare a fuoco basso, in modo che diventi croccante.  

Intanto, cuoci i rigatoni in abbondante acqua bollente salata, scolali al dente, lasciandoli leggermente umidi e tenendo da parte 1-2 mestolini di acqua di cottura, e trasferiscili subito nella padella con il guanciale.

Fai insaporire la pasta a fiamma viva per alcuni istanti, spolverizzala con il pecorino e aggiungi qualche cucchiaio d’acqua di cottura della pasta, se serve, per rendere cremoso il fondo. Spolverizza con un’abbondante macinata di pepe e servi immediatamente. 

https://citterio.com/it/