Involtini-alla-milanese-messicani-ricetta-parliamo-di-cucina

Piatto tipico della tradizione meneghina, nonostante il curioso e inspiegabile nome di messicani, gli involtini alla milanese hanno un gusto decisamente particolare

Le sottili fettine di carne che avvolgono le polpette al posto del vitello, possono anche essere di lonza di maiale e, se non amate i fegatini, potete sostituirli con altrettanta polpa di vitello o maiale, oppure con mortadella o pasta di salame. In alternativa al vino bianco, potete irrorare gli involtini alla milanese con 100 ml di Marsala secco. Servite gli involtini alla milanese con purè di patate.

Per 4 persone 

8 fette grandi di fesa di vitello

150 g di polpa di vitello macinata

150 g di fegatini di pollo

100 g di salsiccia

100 g di prosciutto cotto

50 g di mollica di pane

2 uova

2 rametti di salvia

60 g di grana padano grattugiato

1 ciuffo di prezzemolo

1 spicchio d’aglio

150 ml di latte

150 ml di vino bianco secco

brodo

50 g di burro

farina 00

noce moscata

olio extravergine di oliva

sale e pepe

Mette a bagno la mollica con il latte in una ciotola. Eliminate la pelle della salsiccia e sgranatela. Mettetela in una ciotola con la polpa di vitello, il prosciutto e i fegatini tritati finemente, l’aglio tritato con il prezzemolo, l’uovo, il grana padano, la mollica strizzata e sbriciolata, noce moscata grattugiata, sale, pepe. Mescolate fino a ottenere un composto omogeneo e formate 16 polpettine, grandi come noci.

Disponete le fette di fesa, una per volta, fra 2 fogli di carta da forno, appiattitele con il batticarne e dividetele a metà.

Posizionate una polpettina sul bordo di ciascuna mezza fetta di fesa, arrotolate la fettina di carne fino a metà, piegate i lati verso il centro e terminate di arrotolare: in questo modo gli involtini rimarranno perfettamente chiusi.

Fissateli con 2 giri di spago da cucina, inserendo 1 foglia di salvia fra la carne e lo spago di ciascun involtino, poi passateli nella farina.

Scaldate 50 g di burro con 2-3 cucchiai d’olio in una padella ampia con 2-3 foglie di salvia. Aggiungete i messicani e rosolateli a fuoco vivace in modo uniforme, irrorate con il vino bianco e lasciatelo quasi completamente evaporare. Coprite, abbassate la fiamma e proseguite la cottura per altri 10-12 minuti unendo, di tanto in tanto, qualche cucchiaio di brodo caldo. Regolate di sale e pepe e servite.

(immagine:recipesandramblings.com)