La polenta

polenta-parliamo-di-cucina

Tipica della cucina del nord e del centro Italia, la polenta è un ingrediente molto versatile, che ha la capacità di associarsi ai sapori più diversi

 

La polenta tradizionale si ottiene dalla farina di mais macinata grossolanamente, che si divide in farina bramata, a grana grossa, e si usa per ottenere composti particolarmente saporiti e gustosi, e fioretto, a grana più piccola, per polente pasticciate, morbide e delicate. Ci sono poi mix con altre farine come, per esempio, la polenta taragna mescolata con grano saraceno. Si può gustare con ricette di carne stufata, salumi cotti, pasticciata con formaggi e con sughi di verdure. Potete anche lasciar raffreddare la polenta sul tagliare, ricavare le fette, tagliandola con una spatola o un filo, e utilizzarle come crostini o bruschette dopo averle grigliate o fritte.

 

Per 4 persone

300 g di farina di mais per polenta

sale

 

1. Portate a ebollizione 1,2 l di acqua in una casseruola ampia, salatela e versate la farina di mais a pioggia, mescolando con una frusta, per evitare di fermare grumi.

2. Proseguite la cottura a fiamma bassa, mescolando in continuazione, con una spatola o un cucchiaio di legno, per circa 45 minuti. Se la polenta tendesse ad asciugarsi troppo mentre cuoce, potete aggiungere un mestolino di acqua bollente. Nel caso in cui invece fosse troppo morbida, lasciatela ancora sul fuoco per qualche minuto.

3. Rovesciate la polenta in un piatto grande o su un tagliere di legno e conditela a piacere

 

(immagine:easyrecipes.com)

La polenta ultima modidfica: 2014-03-19T15:17:51+00:00 da Marilena Bergamaschi