Pan-de-mej-ricetta-parliamo-di-cucina

Preparazione da forno tipica della cucina popolare milanese e della campagna lombarda, il pan de mej (o pan meino) è un biscotto dolce e morbido a base di farine povere, una volta miglio e oggi mais, che si consumava a colazione o si dava come merenda ai bambini. Tuttora popolare, è molto diffuso in città e si compera nelle panetterie durante la stagione invernale. Spesso si offre anche come dessert di tradizione, solitamente accompagnato dalla crema di mascarpone all’antica o da panna montata. 

Tradizione contadina lombarda

Il pan de mej è un biscotto di pasta al burro lievitata con farina di mais e – secondo la tradizione – decorato con i fiori di sambuco secchi, chiamati in dialetto ‘panigada’: questo ingrediente però non è più facilmente disponibile e sulla superficie oggi si usa spolverizzare lo zucchero a velo. Pan de mej in realtà significa ‘pane di miglio’ e molto probabilmente prima dell’arrivo del mais dalle Americhe questa farina era l’ingrediente principale, prima che il miglio fosse soppiantato dalla nuova coltura. Secondo un’antica tradizione, il pan de mej si offriva come simbolo di buon augurio per una stagione propizia il 23 aprile, giorno dedicato a S. Giorgio, quando venivano rinnovati i contratti fra i lattai e i mandriani, e si gustava con panna montata o crema di mascarpone.

Ricetta del pan de mej (pan meino milanese)

Per circa 16-18 pezzi

200 g di farina 00

200 g di farina gialla macinata finissima

200 g di farina gialla fioretto (per polenta, ma un po’ più fine)a cottura rapida

200 g di burro

300 g di zucchero

3 uova

80 ml di latte

25 g di lievito di birra fresco

zucchero a velo vanigliato

sale

Preparazione 30 min, cottura 25 min + riposo

Setaccia insieme le farine in una ciotola. Sciogli il lievito in una ciotola con 3 cucchiai di latte tiepido e 1 cucchiaino di zucchero.

Monta in una ciotola le uova con lo zucchero rimasto e un pizzico di sale, poi incorpora il burro fuso e il lievito. Aggiungi le farine, in 3-4 volte, alternandole al latte rimasto e aggiungendone ancora un po’, se l’impasto è troppo duro. Lavora il composto finché sarà morbido ed elastico.

Forma un panetto, trasferiscilo in una ciotola, coprilo con un telo e lascialo lievitare per 1 ora in luogo tiepido. Riprendi l’impasto, lavoralo per sgonfiarlo e, con le mani inumidite, ricava 16-18 dischetti di pasta di circa 8 cm di diametro.

Disponili sulla placca foderata con carta da forno, distanziati fra loro (se non ci stanno, disponili su 2 teglie e cuocili in 2 tempi). Spolverizza i pan de mej con abbondante zucchero a velo, lasciali lievitare ancora per 1 ora poi cuocili in forno già caldo a 180° per circa 20-25 minuti, senza farli dorare troppo.

Lasciali raffreddare completamente e conservali a temperatura ambiente in scatole di latta, durano per 4-5 giorni.

Ti potrebbe anche interessare: Torta di mais all’arancia

Ti potrebbe anche interessare: Biscotti da colazione (petit beurre)

Ti potrebbe anche interessare: Cantucci ai pistacchi americani e mirtilli rossi