Alla scoperta di nuovi sapori

Gusto morbido e sfumature esotiche per DolceAgro Alla Melagrana Ponti, il nuovo condimento a base di aceto di vino e succo di melagrana.

Ricetta di origine persiana, lo sciroppo di melagrana è uno degli ingredienti più interessanti della tradizione levantina e molto usato in medio Oriente come alternativa all’aceto, perché non è un derivato del vino e quindi è adatto alla precettistica alimentare islamica. Molto usato nella cucina siriana, libanese, turca e iraniana, serve per preparare salse e condimenti, insaporire insalate e cereali, ma anche nella cottura delle carni e delle verdure. 

Ha una consistenza liquida e densa per l’alto contenuto di zuccheri e ha colore variabile, dal rosso rubino all’amarena. Il suo sapore ricorda vagamente quello dell’aceto balsamico, anche se è un po’ più acido e si avvicina al sumac o all’anardana (chicchi essiccati di melograno), spezie tipiche di quei luoghi, con i quali spesso si abbina. 

Nato dalla sapiente miscelazione di mosti d’uva profumati e aceto di vino, arriva sulla tavola il DolceAgro alla Melagrana Ponti, l’incontro perfetto tra il pregiato Aceto di vino Ponti e il profumato succo di Melagrana che aggiunge una nota esotica e intrigante al gusto e si inserisce nella linea DolceAgro Condimenti Delicati Ponti. 

Ecco anche un consiglio d’uso insolito: quando il caldo è alle porte, per rinfrescarsi in estate quando la sola acqua non basta più, perché non provare con il DolceAgro alla Melagrana Ponti? Per dissetarsi con gusto e con prodotti naturali, il DolceAgro alla Melagrana Ponti è la risposta giusta: sarà sufficiente diluirlo in acqua frizzante per scoprire una bevanda deliziosa e dissetante, dal sapore 

Il suo gusto morbido, dalle sfumature fresche e orientali e il suo sapore fruttato e dalla bassa acidità lo rendono ideale per aggiungere un tocco di raffinatezza ai pranzi e le cene più sfiziose della stagione più calda. Sorprendentemente buono e dissetante se diluito in acqua frizzante, è delizioso sulle insalate più ricercate e perfetto su carni bianche e pesce alla griglia. Prezzo al pubblico: 500 ml a circa 2,79 euro.

La melagrana: chicchi portafortuna

melagrana-parliamo-di-cucina

È il frutto invernale più decorativo e scenografico. Simbolo di fecondità fin dai tempi antichi, la melagrana è ideale per decorare piatti dolci e salati da servire nei pranzi di festa

 

Frutto tondeggiante dalla scorza dura e pergamenacea di colore giallo rosato, la melagrana ha l’interno suddiviso in tante logge irregolari che contengono tanti semi duri, ricoperti da una polpa gelatinosa di un bel rosso vivo, dalla consistenza fondente. Quando vengono spremuti rilasciano un succo dal gradevole sapore acidulo.

L’albero viene anche coltivato a scopo ornamentale per la bellezza dei suoi fiori e dei suoi frutti. In passato, il melograno ha avuto un forte valore simbolico per le religioni storiche del Mediterraneo: il suo frutto era considerato una metafora della fecondità per i tanti grani rossi che conteneva e rappresentavano la rinascita.

Numerose sono le varietà, tra cui si possono ricordare l'”amara verace” e la “dolce nostrana”, considerata la migliore. Per aprire la melagrana e ricavare i chicchi, tagliate il frutto a metà poi, aiutandovi con un coltellino, eliminate le pellicine interna che dividono le logge e sgranate i frutti in una ciotola. Per ricavare il succo, passateli alla centrifuga o al passaverdure.

La melagrana ebbe un largo uso nella cucina antica e medievale, sia per i grani interi, sia per il succo che era unito a salse e sughi o usato come leggero acidificante al posto dell’aceto. Tuttora la melagrana è molto usata nelle cucine orientali come la persiana, siriana, libanese e dell’India del Nord, che usano il succo dei grani schiacciati per stufati o ripieni e lo fanno bollire e concentrare per ottenere uno sciroppo acidulo. In Italia, il frutto è tornato molto di moda negli ultimi anni per l’eleganza dei chicchi che vengono utilizzati come guarnizione per dolci e per decorare piatti di carne e insalate. In pasticceria inoltre, il succo è molto usato per confezionare sciroppi, gelatine, gelati e sorbetti.

 

(immagine:makeupandbeauty.com)