Coniglio-alla-cacciatora-ricetta-parliamo-di-cucina

Il coniglio alla cacciatora è un piatto tradizionale della cucina italiana, semplice e molto gustoso, che si trova nei ricettari di quasi tutte le regioni. Questo termine definiva una volta diversi tipi di carni in umido cotte con verdure e rivela l’origine rustica e contadina di questa ricetta

Preparazione facile e gustosa

Il termine ‘alla cacciatora’ è molto usato nel lessico della gastronomia italiana per descrivere preparazioni che quasi sempre includono i funghi nell’umido in cui sono cotte. Leggera, particolarmente delicata e digeribile, la carne di coniglio è perfetta anche per i regimi dietetici, perché ha un basso contenuto di colesterolo e di grassi. In queso caso, per rendere ancora più leggera la ricetta, basta semplicemente ridurre al minimo le quantità di grassi. Servi il coniglio alla cacciatora con purè di patate , verdure di stagione lessate oppure in estate con insalata verde.

Ricetta del coniglio alla cacciatora

Per 4 persone

1 coniglio di circa 1,2 kg tagliato a pezzi

2 spicchi d’aglio

2 cipolle gialle

2 carote

2 coste di sedano

1 rametto di rosmarino

1 foglia d’alloro

2 rametti di timo

500 g di polpa di pomodoro

400 g di funghi champignon oppure di  porcini

1 limone

brodo vegetale

zucchero semolato

vino bianco secco

olio extravergine di oliva

sale e pepe

Preparazione 20 min, cottura 1 h e 30 + riposo

Sciacqua i pezzi di coniglio in acqua fredda o in acqua e aceto. Asciugalo e mettilo in un contenitore ermetico, irrora con il succo del limone, unisci 1 spicchio d’aglio spellato e tagliato a fettine, gli aghetti del rosmarino e le foglioline di timo tritati insieme, sale e pepe. Copri e metti a marinare in frigorifero per 3-4 ore o meglio ancora per tutta una notte.

Sgocciola il coniglio dalla marinata e rosolalo in modo uniforme in una casseruola ampia con un filo d’olio per 3-4 minuti, poi sgocciolalo su un piatto. Aggiungi nella pentola le carote, le cipolle e il sedano puliti e tagliati a dadini piccoli e falli stufare per 2-3 minuti a fiamma bassa. Sala leggermente e rimetti il coniglio nella casseruola.

Sfuma con 200 ml di vino e lascialo evaporare. Aggiungi la polpa di pomodoro, 1 cucchiaino di zucchero e la foglia d’alloro e prosegui la cottura a fuoco basso con il coperchio per 1 ora, bagnando di tanto in tanto con poca acqua o brodo caldi, se serve.

Intnato, elimina la base terrosa dei funghi, puliscili, tagliali a fettine e rosolali in una padella antiaderente a fuoco vivo con un filo d’olio e lo spicchio d’aglio rimasto spellato e tritato per 1-2 minuti. Irrorali con 2-3 cucchiai di vino e lascia evaporare, sempre a fiamma vivace. Uniscili nella casseruola, regola di sale e pepe, prosegui la cottura ancor per 5-6 minuti e servi il coniglio alla cacciatora.

Ti potrebbe interessare anche: Coniglio allo zafferano con olive verdi

Ti potrebbe interessare anche: Involtini di pollo al sugo di pomodoro

E anche: Pollo alla griglia con erbe e limone