Le uova strapazzate

Le-uova-strapazzate-ricetta-parliamo-di-cucina

Chi non sa fare le uova strapazzate? Eppure la ricetta non è banale e ci sono piccoli trucchi e segreti che possono renderle un piatto davvero speciale

 

Per prima cosa, bisogna fare molta attenzione durante la cottura delle uova strapazzate, facendo in modo che il composto mantenga una consistenza morbida e cremosa e non si secchi, diventando grumoso ed elastico. Accompagnate le uova strapazzate con crostini di pane e, a piacere, fettine di bacon rosolate in un padellino senza grassi, lamelle di funghi o tartufi, asparagi lessati e ripassati in padella con poco burro, una dadolata di pomodoro e un pizzico di origano, ecc.

 

4 uova

30 g di burro

sale e pepe

 

1. Tagliate il burro a dadini e mettetelo in una ciotola, sgusciatevi le uova, unite un pizzico di sale e un’abbondate macinata di pepe, a piacere, e sbattete rapidamente con una forchetta.

2. Portate a ebollizione abbondante acqua in una casseruola che contenga a misura la padella da usare, posizionate quest’ultima all’interno della casseruola, in modo che il fondo sia a contatto con l’acqua e, quando questa sarà ben calda, versate il composto di uova. Mescolate lentamente con una forchetta, per rompere le uova mentre iniziano a rapprendersi. Se preferite, potete anche preparare le uova strapazzate disponendo la padella su fiamma molto bassa, ma non a contatto diretto e utilizzando un retino spargifiamma.

3. Proseguite la cottura delle uova strapazzate a fuoco basso, mescolando spesso con un cucchiaio di legno per staccare dal fondo le uova rapprese e, quando queste risulteranno opache e addensate ma ancora cremose, togliete la padella dal bagnomaria. Se volete che le uova strapazzate risultino ancora più morbide, sbattetele fin all’inizio con 1-2 cucchiai di panna fresca ben fredda.

 

 

(immagine:sporkorfoon.com)

Le uova strapazzate ultima modidfica: 2014-01-08T12:40:56+00:00 da Marilena Bergamaschi