Banana Bread

Il Banana Bread è uno dei cake più noti della cucina americana, ideale per la prima colazione o la merenda dei bambini, che merita di essere conosciuto anche dal pubblico italiano. 

Grande classico della tradizionale cucina di casa statunitense, il Banana Bread è stato creato negli anni ’30, quando questi frutti diventarono un prodotto di consumo molto comune nelle famiglie e contemporaneamente venne inventato il baking powder, il lievito istantaneo per dolci. La necessità di riciclare le banane troppo mature e la facilità di preparazione  hanno dato vita a questa deliziosa specialità, diventata ormai popolarissima: molti ricettari dell’epoca riportano già la formula base, che è stata poi nel tempo declinata in numerosissime varianti. Una sola, tanto per fare un esempio: il Pumpkin Bread, con polpa di zucca cotta al forno al posto di quella delle banane. Per rendere ancora più goloso il Banana Bread sono state aggiunte le noci o, a piacere anche anacardi o nocciole, oppure uvetta, ma anche gocce di cioccolato e ancora un mix e quant’altro può rendere speciale la torta. Se preferite non usare il liquore, sostituitelo con succo di limone o arancia. Per servire, si può decorarla anche con glassa o zucchero a velo, canditi e tanto altro ancora. Una curiosità: il National Banana Bread day nel Usa si festeggia il 23 di febbraio.

Per 8 persone

3 banane molto mature (circa 260-280 g)

240 g di farina 00 (oppure 0) 

150 g di burro o 150 ml di olio di semi di arachidi 

150 g di zucchero di canna molto scuro 

2 cucchiai di miele 

3 uova 

4 cucchiai di rum  

8 g di lievito vanigliato (mezza bustina)

100 g di gherigli di noci 

1 cucchiaino di cannella in polvere 

sale

Sbucciate le banane e schiacciatele con la forchetta. Montate in una ciotola con la frusta elettrica le uova con lo zucchero, il miele e due pizzichi di sale, finché saranno ben gonfie e spumose. 

Aggiungete il burro fuso tiepido, poi incorporate a pioggia mescolando in 3-4 volte la farina setacciata con il lievito e la cannella. Unite infine la polpa di banana, 70 g di gherigli spezzettati grossolanamente e il liquore. 

Versate il composto in uno stampo da plumcake foderato con carta da forno bagnata e strizzata, distribuite sulla superficie i gherigli rimasti e cuocete la torta in forno già caldo a 160 °C per circa 55-60 minuti. Lasciatela raffreddare completamente e fatela riposare per qualche ora, meglio ancora se la servite il giorno dopo. 

Dolci e profumate: le banane

banane-parliamo-di-cucina

Molto nutrienti, ricche di potassio e di vitamina B, le banane sono ottime per uno spuntino o una merenda a tutta energia quando si fa sport: non a caso sono tra i frutti preferiti dai bambini.

 

Oltre alle classiche banane che si acquistano nei negozi o in grande distribuzione, ci sono altre varietà: quelle mini, molto piccoline, di circa 10 cm di formato, che si usano per decorazioni spiritose o si danno a i bambini. Ci sono poi i platano, tipici dell’America latina e dei paesi africani, dalla buccia verde intensa e di formato piuttosto grande: hanno polpa soda e dura che si consuma solo cotta, sotto forma di purè o di deliziose chips fritte.

Quando acquistate le banane, sceglietele con la buccia ancora leggermente sfumata di verde e possibilmente senza ammaccature o imperfezioni e conservatele a temperatura ambiente per 3-4 giorni. Le banane non devono essere messe nel frigorifero perché diventano nere e marciscono. Consumatele solo quando sono mature al punto giusto, quando la buccia è diventata dorata e leggermente maculata, perché i suoi zuccheri sono costituiti da amidi e quelli acerbi potrebbero risultare indigesti. Se maturano troppo, riciclatele preparando una torta di frutta.

Per preparare le chips in casa, sbucciate alcuni platano, tagliateli a fettine sottili e friggetele come patatine in abbondante olio di semi di arachidi, poi sgocciolatele su carta assorbente da cucina. Le banane sono ottime anche al cartoccio: raccogliete in in un foglio di alluminio 3 banane sbucciate e tagliate a fettine, irroratele con poco succo di limone, qualche fiocchetto di burro, abbondante zucchero di canna e un pizzico di cannella, chiudete il cartoccio e cuocete in forno già caldo a 200°C per 10-15 minuti.

Per fare le banane flambé, fate caramellare 6 cucchiai di zucchero con succo di limone e poco burro in un padellino antiaderente, unite 4 banane sbucciate e fatele insaporire, irroratele con mezzo bicchiere di rum poi fiammeggiate e servite. Per fare un veloce frappé molto nutriente, tagliate 4 banane a fettine, frullatele con 4 cucchiai di succo di limone, 3 cucchiai di zucchero, 500 g di yogurt intero e una ciotola di cubetti di ghiaccio. Suddividete la bevanda ottenuta in 4 bicchieroni da bibita e servite subito.

 

(immagine:meteoweb.eu)

Torta di banane e cioccolato con crumble al cocco

Torta-di-banane-e-cioccolato-con-crumble-al-cocco-ricetta-parliamo-di-cucina

Una torta di banane deliziosa, preparata con ingredienti di sapore esotico che ricordano il sole dei mari del Sud, farcita con banane e cioccolato e arricchita da uno scenografico crumble al cocco, profumato con un tocco di rum e vaniglia

 

La torta di banane e cioccolato è perfetta da servire con un tè aromatico o con una tazza di cioccolata, è molto scenografica, ma in realtà è una ricetta davvero molto semplice e a prova di principiante.

 

Per 6-8 fette

200 g di farina 00

150 g di burro

150 g di zucchero

3 uova + 1,5 dl di latte

2 banane mature + 80 g di gocce di cioccolato fondente

1/2 baccello di vaniglia o 1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

1/2 bustina di lievito in polvere + sale

Per il crumble:

80 g di farina 00

40 g di polvere di cocco essiccato

120 g di zucchero di canna

160 g di burro

2 cucchiai di rum

1/2 cucchiaino di cannella in polvere + sale

 

1. Per il crumble, versate in una ciotola la farina, lo zucchero di canna, la cannella, un pizzico di sale e il cocco, unite il burro freddo tagliato a pezzettini e il rum e impastate rapidamente con le mani, fino a ottenere un composto di briciole.

2. Per la torta di banane, incidete il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza, apritelo e ricavate la polpa con i semini. Montate in un’altra ciotola il burro ammorbidito a temperatura ambiente con lo zucchero, la vaniglia e un pizzico di sale, fino a ottenere un composto spumoso. Incorporate le uova, una per volta, poi unite in 3 volte la farina setacciata con il lievito, alternandola con il latte. Aggiungete le gocce di cioccolato e mescolate bene.

3. Versate metà del composto in uno stampo a cerniera da 22-24 cm di diametro, foderato con un foglio di carta forno bagnata e strizzata, distribuitevi sopra le banane tagliate a fettine, poi aggiungete il composto rimasto e distribuite il crumble in modo uniforme sulla superficie. Cuocete la torta di banane in forno già caldo a 180°C per circa 55-60 minuti. Se la superficie dovesse scurire troppo, copritela con un foglio di alluminio. Sfornate e lasciate intiepidire, poi servite la torta di banane con panna montata a piacere.

 

 

(immagine:askchefdennis.com)